Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

Ultimo aggiornamento 5 ore fa S. Eleonora vergine

Date rapide

Oggi: 21 febbraio

Ieri: 20 febbraio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Booble News Costiera Amalfitana

Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi Direttore responsabile: Manuela Nastri

Pasticceria Pansa, la dolcezza in piazza ad AmalfiHotel Santa Caterina Amalfi  Prima Cotta, Caseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: Flusso di CoscienzaEventi digitali e fiere virtuali per ripartire da dove ci siamo fermati? No, la Costa d’Amalfi deve combattere l'overtourism

Frai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiPasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830Maurizio Russo, liquorificio dal 1899 - Bu, le creme con latte di BufalaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoSupermercati Netto Maiori, Pagina ufficiale offerte Facebook

Flusso di Coscienza

Economia, Costiera Amalfitana, Turismo, Ambasciatori, Esperti, Social Network, Promozione, Valorizzazione, Toscana, Museo Diffuso

Eventi digitali e fiere virtuali per ripartire da dove ci siamo fermati? No, la Costa d’Amalfi deve combattere l'overtourism

La Costiera Amalfitana e l'Italia hanno bisogno di riprogettare l'offerta di ospitalità. La pandemia deve essere vista come un'opportunità per risolvere gli atavici problemi

Inserito da (Admin), mercoledì 10 marzo 2021 10:56:34

di Massimiliano D'Uva

Selfie davanti alla verticale di Positano o a statue di marmo situate all'entrata di prestigiosi alberghi. Colli di bottiglia che salgono in cima al Duomo di Amalfi per entrare nel Chiostro del Paradiso. Forse lo abbiamo dimenticato ma, prima della pandemia, la Costiera Amalfitana, così come la quasi totalità delle mete turistiche di eccellenza in Italia, erano alle prese con l'overtourism.
Abbiamo assistito con i nostri occhi a ciò che accade quando lo sviluppo turistico non viene modulato in modo proporzionale alle dimensioni geografiche, alle esigenze specifiche e alle vocazioni naturali dei territori, all'interno dei quali esso si sviluppa.
Un turismo sostenibile è, innanzitutto, un turismo etico che si sviluppa in armonia con l'ambiente e con le comunità locali, per far sì che queste possano mantenere intatte la loro integrità culturali e diventare le beneficiarie e non le vittime dello sviluppo turistico stesso.

Nei periodi di maggiore affluenza giungevano un numero esorbitante di visitatori solo per scattare un selfie "mordi e fuggi", senza riuscire a vivere a pieno il piacere di soggiornare nel nostro meraviglioso territorio. Di contro, i bus turistici sui quali si muovevano finivano per paralizzare il traffico lungo le arterie principali, con ore interminabili di code diventate protagoniste nelle cronache dei giornali locali e nello storytelling, trasformando quello che in teoria avrebbe dovuto essere un viaggio esperienziale da compiere almeno una volta nella vita in un incubo da non ripetere mai più.

Menzione a parte meritano poi quei turisti poco educati, spesso sorpresi a fare picnic all'aperto o a vomitare anche l'anima, ubriachi fradici, sulle spiagge della nostra costiera. La pandemia, di fatto, ha reso tutto questo un remoto ricordo, rendendo inutile anche la pseudo limitazione del traffico con le targhe alterne. La Costiera Amalfitana e l'Italia hanno bisogno di riprogettare l'offerta di ospitalità e questo periodo di stop forzato indotto dalla pandemia avrebbe dovuto essere visto come un'opportunità per risolvere gli atavici problemi del nostro territorio.

Apprendiamo dai comunicati stampa e dalle cronache dei giornali locali che "nugoli" esperti si stanno rimboccando le maniche per far ripartire il turismo. Ma quale turismo? Quello che rende la vita di residenti e ospiti un girone infernale? O è solo un modo per disperdere risorse in un'inutile promozione del territorio italiano che, mai come in questo momento, ha l'opportunità di ripartire da una riorganizzazione dei flussi in funzione delle reale capacità di ospitare del territorio. E' mai stato fatto uno studio, serio, scientifico e completo di quante persone e autoveicoli possa ospitare il nostro comprensorio in base alla capacità ricettiva e alle infrastrutture che possiede? Inoltre, in riferimento alla capacità ricettiva del territorio, è stato mai promosso lo studio di quante licenze per attività alberghiere e extra alberghiere e turistiche in genere si possano rilasciare e se tale numero non sia stato già ampiamente superato?

"Mai più overoturism" dovrebbe essere il claim che campeggia su tutte le destinazioni come la nostra ma anche Roma, Firenze e così via. Il direttore degli Uffizi Eike Dieter Schmidt, al suo secondo mandato, vuole assicurarsi che le cose non tornino come prima ed ha creato un modello "distribuito" degli Uffizi allontanando i visitatori dalla stessa Firenze. Nasce così il progetto Uffizi Diffusi, una rivisitazione del concetto di "hotel diffusi". In questo progetto, le opere conservate nel deposito degli Uffizi, saranno esposte in tutta l'area circostante della Toscana, trasformando la regione più famosa d'Italia in un grande "museo diffuso".

Certo non possiamo ipotizzare di spostare la Villa Romana di Minori o quella di Positano, così come è impossibile vivere altrove la bellezza delle nostre chiese e dei nostri sentieri, ma dovremmo far comprendere che il nostro territorio, unico nella sua interezza, non può essere apprezzato a pieno soggiornando lontano da esso, anche se di poche decine di chilometri.

Il nostro territorio va tutelato dal turismo selvaggio mordi e fuggi che, di fatto, crea economia per pochi e disagi per tutti. Il turismo d'assalto è senza dubbio causa di degrado ambientale e questo perché le risorse sulle quali esso si basa sono limitate e il loro ipersfruttamento produce il veloce impoverimento della qualità dell'ambiente, delle biodiversità, delle tradizioni storiche e della popolazione che vi abita. Tutto questo desta ancora più preoccupazioni in un'area a perenne rischio ambientale idrogeologico come la Costiera Amalfitana.

Al brand "Costiera Amalfitana" fanno da corollario altri molto forti, come i nomi dei singoli comuni, dei sentieri montani, inclusi i marchi commerciali legati al territorio in modo indissolubile (strutture ricettive in primis, ma anche produttori e trasformatori di eccellenze gastronomiche, ristoratori, pasticcieri e gestori di locali storici, giunti alla notorietà grazie alla bravura, alla lungimiranza, alla caparbietà).

Ogni territorio deve ripartire da se stesso e da un turismo consapevole, comunicando tutte le informazioni necessarie per vivere al meglio l'esperienza di cui si è alla ricerca, evitando di creare sacche speculative in cui convergono, in modo grigio e controverso, quelle imprese che non riescono a competere con la qualità e che non saranno mai delle eccellenze.

 

Foto: Leopoldo De Luise

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Booble News!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

Eventi digitali e fiere virtuali per ripartire da dove ci siamo fermati? No, la Costa d’Amalfi deve combattere l'overtourism
Eventi digitali e fiere virtuali per ripartire da dove ci siamo fermati? No, la Costa d’Amalfi deve combattere l'overtourism

rank: 106012104

Flusso di Coscienza

Mestre, nasce il "Giardino della Vita" per pensare al senso dell'esistenza

"Voglio trovare un senso a questa vita. Anche se questa vita un senso non ce l'ha..." così cantava Vasco Rossi in una delle sue tante celebri canzoni, nel caso specifico, si tratta di: "Un senso" e così a Mestre hanno pensato di realizzare un'area verde dove (ri)pensare al senso dell'esistenza. Quattro...

Telefono Azzurro: "Nel 2022 sono state rilevate 17.130 denunce di scomparsa di minori solo in Italia"

I dati e i numeri presentati oggi - in cui si celebra la Giornata internazionale dei bambini scomparsi - sono allarmanti e, drammatici, allo stesso tempo: li ha fatti emergere Telefono Azzurro oggi a Roma nel corso della presentazione del dossier: ""I bambini Invisibili". Ogni anno, in Europa, spariscono...

Positano, al bivio per Montepertuso appare un singolare striscione dei tifosi della Salernitana /foto

di Massimiliano D'Uva Questa mattina uno striscione, affisso con buona probabilità da tifosi della Salernitana, è apparso al bivio per Montepertuso, a Positano. "La tua festa oggi non comincia, Salerno a difesa della sua Provincia" Faccio alcune doverose premesse per evitare di essere additato come "di...

Trentino, mamma del runner ucciso da orso: "Voglio giustizia"

di Norman di Lieto Il dibattito è aperto: quanto l'uomo può sopraffare la natura? Quanto è stato un incidente quello di Andrea Papi, il runner trentino di 26 anni che uscito a correre nei boschi non è più tornato perché assalito ed ucciso da un orso? Quanti seguono la linea del presidente Maurizio Fugatti,...

"Bulli di sapone", una challenge per le scuole organizzata dalla Regione Campania contro il bullismo

La Regione Campania dice "no" al bullismo e lancia una social challenge per le scuole, un ciclo di incontri informativi che coinvolgerà 10.000 studenti e una campagna di sensibilizzazione a cui hanno aderito personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo ‒ Clementino, Sergio Assisi, Flo e Luigi...

Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.