Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

Ultimo aggiornamento 19 ore fa S. Giusto martire in Roma

Date rapide

Oggi: 28 febbraio

Ieri: 27 febbraio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Booble News Costiera Amalfitana

Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi Direttore responsabile: Manuela Nastri

Pasticceria Pansa, la dolcezza in piazza ad AmalfiHotel Santa Caterina Amalfi  Prima Cotta, Caseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: AttualitàAirbnb, trovato accordo col fisco italiano

Frai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiPasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830Maurizio Russo, liquorificio dal 1899 - Bu, le creme con latte di BufalaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoSupermercati Netto Maiori, Pagina ufficiale offerte Facebook

Attualità

airbnb, fisco, agenzia entrate, multinazionali, ravvedimenti, pagamenti, imposte, sanzioni

Airbnb, trovato accordo col fisco italiano

L'importo è stato determinato in seguito alla ricostruzione della base imponibile su cui la società avrebbe dovuto applicare la ritenuta del 21%, con specifico riferimento al periodo dal 1 giugno 2017 al 31 dicembre 2021. Numerose le multinazionali che nel corso degli anni hanno 'conciliato' col fisco italiano: da Booking a Exor, da Kering a Netflix

Inserito da (Redazione Nazionale), mercoledì 13 dicembre 2023 18:38:57

di Norman di Lieto

Airbnb si era detta sin da quando la notizia era trapelata, di essere disposta a collaborare con l'Agenzia delle Entrate per pagare il dovuto dopo il maxi sequestro di 779 milioni disposto dalla procura di Milano agli inizi del mese di novembre per la cedolare secca 2017-2021.

In una nota il colosso americano ha annunciato:

"Airbnb non cercherà di recuperare dagli host le ritenute fiscali per questo periodo. Stiamo anche proseguendo il confronto costruttivo con le autorità per quanto riguarda il periodo 2022-2023.

L'Italia è un mercato importante per Airbnb. L'accordo di oggi significa che possiamo concentrarci nella continuazione della nostra collaborazione con le autorità italiane in materia di tasse, regole per le locazioni brevi e turismo sostenibile, a vantaggio degli host e degli ospiti".

Proprio sulla 'ricchezza' del mercato italiano è la stessa Airbnb a ricordare come il numero di Host nel nostro Paese sia molto alto: migliaia di host ed oltre tre quarti di loro - secondo la piattaforma - hanno solamente un annuncio; l'host tipico ha guadagnato l'anno scorso poco più di 3.500 euro.

Insomma, non proprio dei 'Paperoni' ma persone che provano ad integrare al proprio reddito di riferimento, l'entrata come host; sempre secondo Airbnm: circa un due terzi (59%) ha dichiarato che i proventi realizzati ospitando gli consente di arrivare a fine mese.

Il 15% afferma di lavorare nella sanità, l'educazione o la pubblica amministrazione.

La gran parte degli host su Airbnb in Italia sono persone comuni che si affidano alla piattaforma per integrare il proprio reddito familiare.

Forse anche per questo motivo la piattaforma tra le più utilizzate al mondo per gli affitti brevi non recupererà dagli host le ritenute fiscali per questo periodo.

Airbnb spiega, inoltre:

"Nell'ottobre 2023, il Governo italiano ha presentato la legge di bilancio per il 2024 che, nella sua versione attuale, chiarisce come le piattaforme dovrebbero effettuare in futuro la ritenuta delle imposte sul reddito degli host non professionali in Italia. Abbiamo accolto con favore questa proposta normativa e ci stiamo preparando ad adempiere, con l'introduzione di un meccanismo di trattenuta e versamento delle imposte sui redditi degli host rilevanti all'Agenzia delle Entrate".

Airbnb sta inoltre lavorando per conformarsi a DAC7, la normativa quadro europea sulla trasmissione dei dati fiscali da parte delle piattaforme digitali.

"Queste regole - spiega Airbnb - sono pensate per permettere alle autorità nazionali di raccogliere le tasse dovute supportando al contempo un sistema di trasmissione dei dati coerente e standardizzato. Abbiamo già informato gli host italiani di come questi cambiamenti si rifletteranno sulla loro attività tramite Airbnb e continueremo a chiedere loro le informazioni previste da DAC7 prima che queste vengano condivise con l'Autorità fiscale in Irlanda (dove Airbnb Ireland ha la propria sede) nel gennaio 2024, e successivamente all'Agenzia delle Entrate".

Poi un plauso per le nuove norme relative agli affitti brevi:

"Airbnb accoglie con favore anche i progressi in materia di regole per gli affitti brevi, compresa la creazione di un sistema di registrazione nazionale in Italia e il quadro europeo di condivisione dei dati.

Questi progressi renderanno più semplice per i centri storici come quelli di Venezia e Firenze comprendere chi ospita e quanto a lungo, consentendo di sviluppare politiche pubbliche proporzionate al fenomeno. L'azienda è determinata a collaborare con le autorità italiane per il successo di queste regole".

In definitiva, Airbnb Ireland Unlimited Company - a quanto si apprende - pagherà, complessivamente, 576 milioni di euro, di cui circa 353 milioni per le ritenute dovute e non versate, 174 milioni a titolo di sanzioni amministrative per le violazioni commesse e 49 milioni di interessi.

L'importo è stato determinato in seguito alla ricostruzione della base imponibile su cui la società avrebbe dovuto applicare la ritenuta del 21%, come disposto dal dl n. 50/2017 (art. 4), con specifico riferimento al periodo dal 1 giugno 2017 al 31 dicembre 2021.

Sono molte le multinazionali che nel corso degli anni, hanno 'conciliato' con il fisco italiano, come:

Apple che alla fine del 2015 pagò al fisco italiano 318 milioni, l'intera somma contestata dall'Agenzia delle Entrate, a seguito di una complessa indagine condotta, in particolare, dal nucleo antifrode e dall'Ufficio Grandi contribuenti;

Google che nel 2017 siglò con l'Agenzia delle Entrate un accertamento con adesione per gli anni di imposta compresi tra i il 2009 e il 2013. Google pagò oltre 306 milioni, comprensivi anche degli importi riferibili al biennio 2014 e 2015 e a un vecchio contenzioso relativo al periodo 2002-2006;

Amazon a fine 2017, siglò un accertamento con adesione per gli anni di imposta compresi tra il 2011 e il 2015. Amazon accettò di pagare 100 milioni di euro;

Facebook a novembre 2018 chiuse la controversia relativa alle indagini fiscali condotte dalla Gdf e coordinate dalla Procura di Milano, relative al periodo tra il 2010 e il 2016, con un pagamento di oltre 100 milioni di Euro;

Mediolanum che a fine 2018 siglò accordo con l'Agenzia delle Entrate per l'accertamento con adesione relativo a contestazioni che hanno interessato i rapporti con la controllata Mediolanum International Funds Limited, pagando 79 milioni.

Kering il colosso francese del Lusso (tra i marchi nel portafoglio: Gucci, Bottega, Saint Laurent e altri), il 9 maggio 2019, definì con l'Agenzia delle Entrate alcune contestazioni mosse alla propria controllata svizzera Luxury Goods International S.A. (LGI). Si chiuse con il pagamento di una maggiore imposta pari a 897 milioni, oltre a sanzioni e interessi per un totale di oltre 1,2 miliardi.

Ubs che nella prima metà del 2019 l'Agenzia delle Entrate ha chiuso l'accertamento con adesione con il gruppo Ubs che ha pagato quasi 102 milioni (per il periodo 2012-2017).

Netfli- che il 24 marzo 2022, sottoscrisse due accertamenti con adesione per il mancato versamento delle imposte dovute Ires e Irap nel corso del quinquennio 2015-2019. Netflix versò 55,8 milioni, in un'unica soluzione.

Exor - Nel febbraio 2022 Exor NV e la sua controllante GA BV hanno definito gli accertamenti per i periodi d'imposta 2015 e 2016 nei confronti delle incorporate Exor spa e GAC sapaz. Exor ha versato per il 2016 Ires, sanzioni ed interessi per 746,5 milioni che si aggiungono agli 8,7 milioni già cautelativamente versati il 30 settembre 2021 in sede di ravvedimento operoso, quindi complessivamente oltre 755 milioni per una sola annualità. Contestualmente ha definito l'accertamento Ires per il 2015 versando, a seguito di conciliazione, ulteriori 20,2 milioni.

Anche la sua controllante Gac ha aderito all'accertamento nei propri confronti per il 2016 definendo un importo pari a 203,5 milioni di euro.

Booking che il 27 luglio 2023 ha versato 93,3 milioni a titolo di Iva dovuta per gli anni d'imposta dal 2013 al 2022, perfezionando un ravvedimento operoso.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Booble News!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

Airbnb, trovato accordo col fisco italiano
Euro<br />&copy; Foto di angelo luca iannaccone da Pixabay Euro © Foto di angelo luca iannaccone da Pixabay

rank: 10605101

Attualità

Multe, gli italiani nel 2023 hanno pagato 1,535 miliardi

Si discute spesso su una delle modalità di incasso dei Comuni che arrivano a 'rimpinguare' casse - soventi - esangui, grazie anche (o soprattutto) ai rilevatori di velocità. Ora emergono dati e numeri incredibili e che arrivano dal sistema telematico del ministero dell'Economia che censisce tutti i movimenti...

Crollo Esselunga, Calderone: "Faremo tutti i controlli necessari"

Dopo il crollo e la morte di 4 operai (con un quinto ancora disperso, e con pochissime speranze di essere ritrovato vivo) in un cantiere Esselunga a Firenze, il dolore per la tragedia è stato affiancato dalle polemiche. Anche per questo motivo, la ministra del Lavoro si è recata a Firenze per partecipare...

Rai, proteste in tutta Italia: "Stop alla censura"

L'onda lunga delle polemiche sulla Rai non si ferma e dopo gli 'scivoloni' in Rai del dopo - Sanremo e, nello specifico, a Domenica In dove Mara Venier si è ritrovata a leggere un comunicato dell'ad della Rai dopo le dichiarazioni di Ghali e Dargen D'Amico e che avevano mandato su tutte le furie l'ambasciatore...

Femminicidi, ergastolo per l'assassino di Alessandra Matteuzzi

Oggi a Bologna, in Corte d'assise, è arrivato l'ergastolo per Giovanni Padovani, l'ex calciatore e modello 28enne che il 23 agosto del 2022 ha massacrato a pugni, calci, martellate e colpi di panchina la 56enne Alessandra Matteuzzi, sua ex fidanzata. Stefania, sua sorella, piange alla lettura della sentenza....

Michelle Carpente torna con la seconda stagione di "Matrimonio a tutti i costi"

La conduttrice ed esperta del mondo Wedding Michelle Carpente torna su Real Time (canale 31 e in streaming su discovery+) dal 24 febbraio al timone della seconda stagione di Matrimonio a tutti i costi, format co prodotto da SmartWed SRL, Spav Srl e ideato dalla Carpente assieme a Gianluca Potenziani....

Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.