Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

Ultimo aggiornamento 7 giorni fa S. Antonio di Padova

Date rapide

Oggi: 13 giugno

Ieri: 12 giugno

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Booble News Costiera Amalfitana

Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi Direttore responsabile: Manuela Nastri

Pasticceria Pansa, la dolcezza in piazza ad AmalfiHotel Santa Caterina Amalfi Caseificio "La Tramontina" - Prima Cotta, la Mozzarella di Bufala Campana fuori dal coro. Caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: MotoriAuto elettriche, riparte Ecobonus. Scontro Meloni - Tavares

Frai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiPasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830Maurizio Russo, liquorificio dal 1899 - Bu, le creme con latte di BufalaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoSupermercati Netto Maiori, Pagina ufficiale offerte Facebook

Motori

auto elettriche, governo, incentivi, stellantis, governo, tavares, meloni, corte conti ue

Auto elettriche, riparte Ecobonus. Scontro Meloni - Tavares

Riaperte ufficialmente le prenotazioni sulla piattaforma Ecobonus per richiedere i contributi per l'acquisto di veicoli non inquinanti. Tavares, ad di Stellantis: "Persi 9 mesi". Poi il 'botta e risposta' tra la premier e il Ceo

Inserito da (Redazione Nazionale), mercoledì 24 gennaio 2024 17:52:03

di Norman di Lieto

L'affaire auto elettriche entra sempre più nel vivo: se da una parte abbiamo scritto domenica scorsa di come il governo tedesco dopo aver puntato sugli incentivi economici per le auto elettriche, si sia visto respingere il provvedimento dalla Corte costituzionale, costringendo così l'esecutivo a guida Scholz a fare retromarcia;

dall'altra arriva la notizia, in controtendenza rispetto a Berlino e che vede il governo italiano dare il sostanziale via libera agli incentivi proprio in materia di auto elettriche.

Nel mezzo c'è da registrare anche un 'piccato' botta e risposta tra l'Ad di Stellantis, Carlos Tavares e la premier, con il primo che, seppur avesse accolto in maniera positiva la scelta intrapresa dal governo Meloni, a suo modo di vedere, la considerava comunque tardiva:

"Si son persi 9 mesi. Abbiamo chiesto al governo di sostenerci nella produzione di veicoli elettrici. Vogliamo raggiungere il traguardo di un milione di veicoli prodotti, ma dobbiamo avere sostegni alla produzione".

Nel corso del question time alla Camera, Giorgia Meloni risponde così all'ad di Stellantis, Tavares:

"Noi vogliamo come sempre difendere l'interesse nazionale, instaurare chiaramente un rapporto che sia equilibrato con Stellantis.

Vogliamo incentivare chi torna a produrre in Italia e scoraggiare chi delocalizza, che in questo caso dovrà restituire ogni beneficio o agevolazione pubblica ricevuta negli ultimi dieci anni".

E ancora la premier, sottolinea:

"Vogliamo tornare a produrre in Italia almeno un milione di veicoli l'anno con chi vuole investire davvero sulla storica eccellenza italiana. Se si vuole vendere un'auto sul mercato mondiale pubblicizzandola come gioiello italiano, quell'auto deve essere prodotta in Italia. Queste -ha concluso Meloni- sono le regole con l'attuale Governo e valgono per tutti".

Poi, la premier sollecitata da Matteo Richetti, di Azione ha risposto così sempre sul gruppo Fiat:

"Il gruppo Fiat e i marchi italiani collegati rappresentano una parte molto importante della storia industriale nazionale, in termini occupazionali e di ricchezza prodotta, un patrimonio economico che merita la massima attenzione, e questo significa anche avere il coraggio di criticare alcune scelte del management e del gruppo quando sono state distanti dall'interesse italiano, come mi è capitato di fare, spesso nell'indifferenza generale.

Penso allo spostamento della sede legale e fiscale fuori dall'Italia o alla fusione che celava un'acquisizione francese dello storico gruppo italiano: tanto che oggi nel cda di Fca siede un membro del governo francese, non è un caso se le scelte industriali del gruppo tengono maggiormente in considerazione le istanze francesi rispetto a quelle italiane".

Tornando agli incentivi voluti dal governo gli sconti saranno fino a 5.000 euro per chi vuole passare a un'auto o ad un motociclo 'green': già aperte le prenotazioni sulla piattaforma Ecobonus per richiedere i contributi per l'acquisto di veicoli non inquinanti, stanziando risorse complessive per circa 1 miliardo di euro, compresi i residui non spesi della tranche di incentivi 2022.

Si attende il nuovo Dpcm in materia che ritoccherà alcuni dettagli del pacchetto e che sarà presentato il prossimo 1 febbraio per entrare poi in vigore tra marzo e aprile: fino a quel momento sono valide le norme attuali che fissano sconti per l'acquisto di nuove auto green o anche a benzina e diesel, purché poco inquinanti.

Gli sconti aumentano se si procede contemporaneamente alla rottamazione di un altro veicolo e sono più consistenti per chi ha redditi più bassi.

Gli incentivi riguardano in particolare veicoli di categoria M1 (autoveicoli), L1e - L7e (motocicli e ciclomotori) e N1 e N2 (veicoli commerciali).

L'attuale normativa prevede un massimo di sconto fino a 5.000 euro nel caso di acquisto di auto elettrica associata alla rottamazione di una vecchia macchina Euro da 0 a 4 (3.000 euro senza rottamazione).

Ma nello stesso caso l'incentivo sale a 7.500 euro per chi ha un Isee inferiore a 30.000 euro (4.500 senza rottamazione).

A chi acquista invece un'auto ibrida, viene applicato uno sconto di 4.000 euro con rottamazione e di 2.000 senza.

Viste le differenze evidenziate anche sulle differenti modalità operative adoperate da Germania ed Italia proprio sugli incentivi legati all'acquisto di auto green si è espressa anche la Corte dei Conti dell'Ue che evidenzia come nel 2018 ogni 100 nuove immatricolazioni, una sola auto era 'green', mentre nel 2022 si è passati ad un rapporto pari ad una su 7; sottolineando, al tempo stesso, due criticità: la prima risulta essere l'accesso alle materie prime per costruire un numero sufficiente di batterie, con la Cina regina del mercato e dove la seconda è rappresentata invece dall'inadeguatezza delle infrastrutture di ricarica.

Ad oggi si riscontrano enormi differenze da Paese a Paese:il 70% di tutte le stazioni di ricarica nell'Ue è concentrato in soli tre Paesi membri (Paesi Bassi, Francia e Germania).

Infine, l'accessibilità economica: le auto elettriche costano ancora tanto e non sono 'sostenibili' per tutte le tasche.

 

FONTE FOTO: Foto diLee RosariodaPixabay e Foto distokpicdaPixabay

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Booble News!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

Auto elettrica e stazione di ricarica<br />&copy; Foto diLee RosariodaPixabay Auto elettrica e stazione di ricarica © Foto diLee RosariodaPixabay
Strade<br />&copy; Foto di stokpic da Pixabay Strade © Foto di stokpic da Pixabay

rank: 10955104

Motori

Formula 1, Ferrari annuncia ingaggio di Hamilton dal 2025

di Norman di Lieto Di solito il mercato di gennaio di riparazione, riguarda il mondo del pallone e scade, con la fine del mese, il 31. Invece l'annuncio che non ti aspetti, non arriva né dal calcio e neppure il 31 gennaio: Ferrari ha annunciato oggi che nella stagione 2025, Lewis Hamilton farà parte...

Germania, stop incentivi auto elettriche: giù i prezzi

di Norman di Lieto Il 'controverso' passaggio (integrale?) alle auto elettriche continua ad essere 'scivoloso': anche la Germania che aveva deciso di inserire un significativo 'pacchetto di incentivi' rivolti al mercato dell'auto elettrica si è ritrovata a dover far fronte ad un dietrofront. Eppure avevamo...

Milano, rivoluzione Green nel settore dei carburanti: inaugurano il primo distributore di HVO100

L'accordo è nato tra due aziende che operano nel mondo dei combustibili in ottica green. Costantin Spa ha chiuso il 2022 con 959 milioni di fatturato, servendo direttamente, tra cui privati e aziende più di 20.000 clienti. EKOPoint (35 milioni di fatturato, 25 dipendenti) nasce con la prospettiva di...

Vesuvio MotorShow, a Napoli Gianturco diventa pista di Supercar

Sarà MotorShow il prossimo 11 e 12 novembre in via Brecce a Sant'Erasmo, a Gianturco (Napoli), con Pit stop di Formula1, rally, Gran Turismo, Ferrari Challenge, F3, 500 da gara. Esposizione, prove di cambio gomme, sound, regolarità, Foodtruck ed anche la squadra corse di kart Officina 27 Motorsport,...

Auto elettriche, Consumerismo: "Costano ancora troppo anche se il pieno è meno caro"

Il dibattito è aperto: auto elettriche sì o no? Da una parte con uno dei parchi auto - quello italiano - che vede ancora troppe differenze tra coloro i quali sono possessori di un parco auto obsoleto, dall'altro c'è chi ha già provveduto - e da tempo - al passaggio verso l'elettrico. Un passaggio che...

Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.