Ultimo aggiornamento 3 giorni fa S. Lorenzo da Brindisi

Date rapide

Oggi: 21 luglio

Ieri: 20 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Booble News Costiera Amalfitana

Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi Direttore responsabile: Manuela Nastri

Pasticceria Pansa, la dolcezza in piazza ad AmalfiHotel Santa Caterina Amalfi Caseificio "La Tramontina" - Prima Cotta, la Mozzarella di Bufala Campana fuori dal coro. Caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: PoliticaSalario minimo, opposizione lancia petizione online. Lega: "Non serve"

Frai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiPasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830Maurizio Russo, liquorificio dal 1899 - Bu, le creme con latte di BufalaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoSupermercati Netto Maiori, Pagina ufficiale offerte Facebook

Politica

salario minimo, opposizioni, maggioranza, movimento 5 stelle, pd, petizione, lega, durigon

Salario minimo, opposizione lancia petizione online. Lega: "Non serve"

Nonostante apertura del governo Meloni apprezzata dalle opposizioni solo da Carlo Calenda, nella maggioranza la Lega manifesta contrarietà e lo fa con il sottosegretario al Lavoro, Claudio Durigon

Inserito da (Redazione Nazionale), domenica 13 agosto 2023 16:08:30

di Norman di Lieto

"Non è demagogia insistere per questa riforma in tutta fretta"?

A chiederselo è un componente del governo, il sottosegretario al Lavoro, Claudio Durigon che in un'intervista sul Quotidiano Nazionale di oggi osserva come sul salario minimo:

"Ho visto un unico tema e abbastanza concreto: la povertà di certi salari e una volontà bipartisan a fare qualcosa per affrontare la questione.

Su questi temi non servono bandiere ma, piuttosto, un po' di giudizio. Noi crediamo che parlare solo di salari minimi sia riduttivo.

Riteniamo che il tema purtroppo sia più ampio e strutturale.

Riguarda la povertà del lavoro in generale, un problema che tocca i salari più poveri ma anche quelli mediani, rimasti al palo in Italia per anni. Per questo pensiamo che la risposta sia rendere più remunerativo tutto il lavoro, non porre un tetto al ribasso".

Mentre le opposizioni con in testa Schlein, Conte e Calenda lanciano la petizione online con - a dimostrazione di quanto sia 'sentito' questo tema da moltissimi -lo stesso sito che è andato momentaneamente in crash per un eccesso di accessi:

"Il sito salariosubito.it, nato per la petizione lanciata dalle opposizioni per sostenere la proposta di un salario minimo, è andato in tilt per "troppi accessi". È quanto fanno sapere i promotori che confidano di risolvere quanto prima l'inconveniente: "I tecnici sono al lavoro". La petizione è partita in mattinata".

Il Pd invece su Instagram 'si lancia' nella spiegazione della proposta di legge, così:

"Se pensi anche tu che in Italia bisogna fissare un salario minimo, mettici una firma!

Dopo mesi di battaglia in parlamento e fuori, siamo andati al confronto con il governo a difendere e spiegare la nostra proposta sul salario minimo, ma la destra frena, prende tempo e non ha nessuna proposta alternativa.

3 milioni e mezzo di lavoratrici e lavoratori sono poveri anche se lavorano. Non possono aspettare".

Lo scrive la segretaria del Pd lanciando sui social la raccolta firme sul salario minimo.

"La proposta di legge unitaria delle opposizioni - si spiega - fa due cose fondamentali e riguarda dipendenti e autonomi:

1.Rafforza la contrattazione collettiva, perché fa valere verso tutte le lavoratrici e i lavoratori di un settore la retribuzione complessiva prevista dal contratto collettivo firmato dalle organizzazioni comparativamente più rappresentative: in questo modo si contrastano i contratti pirata.

2. Fissa una soglia di 9 euro lordi all'ora come minimo tabellare, sotto la quale nemmeno la contrattazione collettiva può scendere. Altrimenti non è lavoro ma sfruttamento.

Abbiamo bisogno del vostro supporto per farla passare in Parlamento".

Arriva anche la nota di Giuseppe Conte, presidente del Movimento 5 Stelle:

"Ancora in queste ore, da alcuni esponenti di Governo è arrivata una netta chiusura al salario minimo legale. Venerdì a Palazzo Chigi, dopo mesi di dibattito in Parlamento, la presidente Meloni non fatto nessuna controproposta: coinvolgere il Cnel di Brunetta, che peraltro in passato si è pubblicamente espresso contro questa misura, è solo un modo per gettare la palla in tribuna mentre 3,6 milioni di lavoratrici e lavoratori continuano a percepire paghe da fame".

A scriverlo su Fb è il leader del M5S Giuseppe Conte.

"La nostra proposta di introdurre un salario minimo di 9 euro lordi l'ora è in Parlamento e malgrado i tentativi della maggioranza di boicottarla non ci fermiamo! Da oggi potrete combattere insieme a noi questa battaglia, firmando la petizione popolare che lanciamo ufficialmente oggi insieme alle altre forze di opposizione per far sentire al Governo la voce dei cittadini che non hanno voce, come i 20mila che lo scorso 17 giugno a Roma si sono radunati per dire "Basta vite precarie".

Qui di seguito il link con tutte le istruzioni. Vi chiedo di firmare la petizione e di contribuire a diffonderla tramite i vostri contatti. Facciamo sentire la nostra voce!", è il suo appello.

 

Fonte foto: Foto diPhoto MixdaPixabay e Foto dimoerschydaPixabay

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Booble News!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank: 103010104

Politica

Regionali Sardegna, rischio riconteggio dei voti

di Norman di Lieto Lo scarto era stato molto ridotto, ma Todde aveva vinto, la candidata 5Stelle e Pd, dopo un lungo testa a testa contro il suo avversario sostenuto dalla coalizione di centro destra Truzzu, fermo al 45%; si era presa la guida della Sardegna subentrando a Solinas che la Lega di Salvini...

Cariche sugli studenti, ministro Piantedosi: "Polizia ha agito per proteggersi"

L'informativa alla Camera e al Senato di oggi ha visto il ministro dell'Interno, Piantedosi, difendere le forze dell'ordine dopo i fatti di Pisa e Firenze, con gli studenti caricati a colpi di manganello dagli agenti in servizio durante le manifestazioni pro Palestina. Su quegli episodi era intervenuto...

Forza Italia, Antonio Tajani primo segretario nell'era post Berlusconi

di Norman di Lieto Sin dalla sua fondazione, Forza Italia è stata Silvio Berlusconi: eppure, con il Cavaliere ancora in vita, i tentativi di trovare una figura che prendesse le redini del partito ci sono stati. I nomi più importanti che ci hanno provato sono quelli di Angelino Alfano e di Giovanni Toti...

Kiev, arriva il G7 a guida italiana. Meloni: "Sostegno all'Ucraina fino a quando sarà necessario"

La premier Giorgia Meloni porta il G7 a Kiev ribadendo - ancora una volta - il sostegno dell'Occidente all'Ucraina a due anni dall'inizio del conflitto tra Kiev e Mosca. La presidente del Consiglio italiano - che è pronta a guidare la prima riunione dei 7 grandi a guida italiana - ribadisce il sostegno...

Cariche polizia su studenti, Mattarella: "Autorevolezza Forze dell'Ordine non si misura sui manganelli"

di Norman di Lieto Non si placano le schermaglie politiche dopo le 'manganellate' della polizia agli studenti durante le manifestazioni pro Palestina a Pisa e Firenze. È intervenuto su questi avvenimenti anche il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella che in una nota diffusa dal Quirinale ha...