Ultimo aggiornamento 3 giorni fa S. Francesco Solano

Date rapide

Oggi: 14 luglio

Ieri: 13 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Booble News Costiera Amalfitana

Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi Direttore responsabile: Manuela Nastri

Pasticceria Pansa, la dolcezza in piazza ad AmalfiHotel Santa Caterina Amalfi Caseificio "La Tramontina" - Prima Cotta, la Mozzarella di Bufala Campana fuori dal coro. Caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: PoliticaRai, proposta dei direttori dei Tg per raccontare diversamente la politica

Frai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiPasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830Maurizio Russo, liquorificio dal 1899 - Bu, le creme con latte di BufalaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoSupermercati Netto Maiori, Pagina ufficiale offerte Facebook

Politica

rai, tg1, tg2, radio rai, telegiornale, radiogiornale

Rai, proposta dei direttori dei Tg per raccontare diversamente la politica

Audizione in Commissione Vigilanza: stop ai 'panini', con continue e diverse dichiarazioni di tutti gli esponenti politici dell'arco parlamentare per dare spazio ad un nuovo racconto della politica. Sarà possibile?

Inserito da (Redazione Nazionale), mercoledì 2 agosto 2023 19:15:56

di Norman di Lieto

Un nuovo modo di fare giornalismo all'interno dei Tg Rai, uscendo dalla logica del 'panino' con quel condensato di dichiarazioni di tutto l'arco parlamentare offrendo al pubblico un 'pastone' che non piace per nulla.

Questa la (interessante e nuova) linea del neo direttore del Tg1, Gian Marco Chiocci, che ne parla in commissione di Vigilanza, ascoltato insieme ai responsabili del Tg2 Antonio Preziosi e del Gr-Radio1 Francesco Pionati.

"A detta di tutti la politica del tg non è accattivante", sottolinea Chiocci, convinto che si possa:

"Andare oltre la vecchia narrazione fatta di pastoni con i vocali di maggioranza e opposizione, pensare ad una alternativa al panino, fare domande in presenza e pensare di leggere la politica di traverso spulciando le proposte di legge e o curiosando nei dibattiti tra i partiti.

I telespettatori credo non aspettino altro e la sfida è alla nostra portata.

Il panino, poi, con lo spazio al governo, in mezzo l'opposizione, poi a chiudere la maggioranza, è "incomprensibile per chi arriva da fuori".

Già nel 2000, ricorda:

"Il sindacato Usigrai, insieme a tutti i comitati di redazione della Rai, aveva buttato giù un documento in cui si fa riferimento a due sentenze secondo cui è illegittimo contestare la violazione dei principi di correttezza e completezza della informazione solo sulla base della quantità di tempo eche l'attualità può giustificare un temporaneo sbilanciamento".

E ancora:

"Non basta, quindi - chiosa Chiocci, che il 3 agosto festeggia due mesi alla guida del tg della rete ammiraglia - una parità numerica per dirsi pluralisti, non si possono ricevere supinamente i sonori dei politici, la scaletta del tg la decide il direttore, sono i giornalisti che dettano l'agenda ai politici e non il contrario".

E invita i commissari della Vigilanza a "mettere un paletto sulle regole: si possono fare rilevamenti trimestrali o dobbiamo stare a gestire i dati ogni mese?".

Chiamato in qualche modo in causa, Pionati, neo direttore del Gr e di Radio1, alle spalle vent'anni da giornalista parlamentare:

"Sono stato indicato come inventore del cosiddetto panino, che non era un modo per appesantire l'informazione, ma il tentativo di riferire la posizione di tutti, ricondurre a un'unità logica il dibattito politico su un tema. Dopo di me non ho visto granché di meglio, se non il cosiddetto spezzatino, che è più indigesto per i telespettatori e meno adatto alle nostre tradizioni culinarie".

E sottolinea:

"Affidabilità, credibilità, potenziamento del pluralismo saranno al centro del mio impegno. L'imparzialità, probabilmente, è il traguardo più ambizioso: ognuno di noi ha un orientamento e una formazione culturale che è difficile silenziare del tutto, ma la completezza dell'informazione resta centrale per il servizio pubblico".

Nel piano editoriale di Preziosi al Tg2:

"La lotta contro le fake news. Dobbiamo riuscire a raggiungere i giovani che credono di informarsi con fonti non giornalistiche. Dobbiamo parlare con i giovani, per comprenderne e raccontarne idee, progetti, sogni speranze e problemi".

 

Fonte foto: Foto diAndy LeungdaPixabay e Foto diTumisudaPixabay

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Booble News!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank: 10767108

Politica

Regionali Sardegna, rischio riconteggio dei voti

di Norman di Lieto Lo scarto era stato molto ridotto, ma Todde aveva vinto, la candidata 5Stelle e Pd, dopo un lungo testa a testa contro il suo avversario sostenuto dalla coalizione di centro destra Truzzu, fermo al 45%; si era presa la guida della Sardegna subentrando a Solinas che la Lega di Salvini...

Cariche sugli studenti, ministro Piantedosi: "Polizia ha agito per proteggersi"

L'informativa alla Camera e al Senato di oggi ha visto il ministro dell'Interno, Piantedosi, difendere le forze dell'ordine dopo i fatti di Pisa e Firenze, con gli studenti caricati a colpi di manganello dagli agenti in servizio durante le manifestazioni pro Palestina. Su quegli episodi era intervenuto...

Forza Italia, Antonio Tajani primo segretario nell'era post Berlusconi

di Norman di Lieto Sin dalla sua fondazione, Forza Italia è stata Silvio Berlusconi: eppure, con il Cavaliere ancora in vita, i tentativi di trovare una figura che prendesse le redini del partito ci sono stati. I nomi più importanti che ci hanno provato sono quelli di Angelino Alfano e di Giovanni Toti...

Kiev, arriva il G7 a guida italiana. Meloni: "Sostegno all'Ucraina fino a quando sarà necessario"

La premier Giorgia Meloni porta il G7 a Kiev ribadendo - ancora una volta - il sostegno dell'Occidente all'Ucraina a due anni dall'inizio del conflitto tra Kiev e Mosca. La presidente del Consiglio italiano - che è pronta a guidare la prima riunione dei 7 grandi a guida italiana - ribadisce il sostegno...

Cariche polizia su studenti, Mattarella: "Autorevolezza Forze dell'Ordine non si misura sui manganelli"

di Norman di Lieto Non si placano le schermaglie politiche dopo le 'manganellate' della polizia agli studenti durante le manifestazioni pro Palestina a Pisa e Firenze. È intervenuto su questi avvenimenti anche il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella che in una nota diffusa dal Quirinale ha...