Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

Ultimo aggiornamento 4 ore fa S. Aurelio martire

Date rapide

Oggi: 24 febbraio

Ieri: 23 febbraio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Booble News Costiera Amalfitana

Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi Direttore responsabile: Manuela Nastri

Pasticceria Pansa, la dolcezza in piazza ad AmalfiHotel Santa Caterina Amalfi  Prima Cotta, Caseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: PoliticaCaso Pozzolo, Ris: "Almeno 3 persone hanno toccato pistola"

Frai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiPasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830Maurizio Russo, liquorificio dal 1899 - Bu, le creme con latte di BufalaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoSupermercati Netto Maiori, Pagina ufficiale offerte Facebook

Politica

pozzolo, arma, ris, carabinieri, rilievi, risultati, delmastro

Caso Pozzolo, Ris: "Almeno 3 persone hanno toccato pistola"

Dai rilievi dei Carabinieri emergono le impronte del deputato, del caposcorta di Delmastro e di un'altra persona. Ancora incerto chi abbia effettivamente fatto partire accidentalmente il colpo che ferì operaio di 31 anni la notte di Capodanno

Inserito da (Redazione Nazionale), venerdì 2 febbraio 2024 21:12:31

Da quella notte di San Silvestro alla Pro Loco di Rosazza in provincia di Biella, il quadro probatorio si tinge sempre più di giallo.

Dopo lo Stub che aveva rilevato polvere da sparo su mani e vestiti del deputato Emanuele Pozzolo, il principale indiziato per quel colpo accidentale partito dalla sua minipistola e che aveva ferito alla coscia un operaio di 31 anni, nonché genero del caposcorta di Andrea Delmastro, sottosegretario alla giustizia.

Ora da quell'avvenimento e dai primi silenzi di Emanuele Pozzolo, cominciava a trapelare che forse quella pistola non l'avesse 'maneggiata' solo il proprietario dell'arma e titolare di regolare licenza per legittima difesa poi, revocata.

Lui, qualcosa aveva detto, poi era riapparso pubblicamente lo scorso 27 gennaio, alla sinagoga di Vercelli per il Giorno della Memoria che era stata organizzata dalla prefettura in collaborazione con Provincia, Comune e Ufficio scolastico territoriale.

Poi, sempre Pozzolo, in un post aveva citato Don Bosco nel giorno della festa che ricorda il padre dei Salesiani:

"Una frase che ripeteva spesso: "Coraggio, coraggio sempre!".

Don Bosco è stato un uomo indisponibile a piegarsi, radicato nella sua fermezza e nell'allegria della vita.

Scrisse che in "tempi difficili in cui i nemici della luce si adoperano per coprire la verità" bisogna vivere "con i piedi per terra e con il cuore abitare nel cielo".

Quello di Giovanni Bosco è un vivere profondamente il cristianesimo - hic et nunc - in modo intenso, un reagire costante, un guardare l'Oltre: "Guai a chi lavora aspettando le lodi del mondo: il mondo è un cattivo pagatore e paga sempre con l'ingratitudine".

Un esempio immenso, immortale."

Ieri, era stato poi dai Probiviri di Fratelli d'Italia con l'esito della pratica nei suoi confronti all'interno del partito che non è per nulla scontato.

E con la stessa Meloni che ha rivendicato in passato un atteggiamento "rigido" nei confronti dei parlamentari che commettono errori citando il suo caso.

Oggi, la svolta: non nel senso che il rapporto del Ris scagioni Pozzolo, ma è anche vero che neppure lo condanni.

Quindi il giallo si infittisce perché, sono state tre le persone che hanno messo le mani sulla pistola che ha esploso il colpo.

La relazione del Ris di Parma complica il caso: dai tre profili di Dna nessuno emerge rispetto agli altri, come a dire che l'esame non è determinante per dire chi abbia sparato.

O meglio, chi avesse in mano la piccolissima arma tascabile al momento in cui è partito accidentalmente un colpo.

Pozzolo ha sempre negato di avere avuto in mano la pistola al momento dello sparo, mentre alcuni dei presenti avevano sostenuto il contrario, e il caposcorta aveva raccontato di averla raccolta da terra dopo il ferimento di Campana e di averla messa in sicurezza sopra un armadio.

Dalle testimonianze manca dunque la terza persona di cui ci sarebbero le impronte sull'arma.

La Procura di Biella, che ha ricevuto il rapporto dei carabinieri del Ris di Parma, potrebbe quindi chiedere nuove analisi.

La a senatrice di Italia Viva Raffaella Paita, coordinatrice nazionale del partito, scrive:

"A oltre un mese dal colpo partito dalla pistola del deputato Pozzolo a Capodanno ancora non abbiamo la verità.

Cosa ancora hanno da nascondere l'onorevole Pozzolo e il sottosegretario Delmastro?

Pensano di far passare tutto in cavalleria?

Sono rappresentanti delle istituzioni, hanno il dovere di dire al paese cosa è realmente accaduto quella notte a Rosazza.

È questo il senso dello stato dei 'patrioti' di Fratelli d'Italia?".

"Chi ha davvero sparato?

L'arma è passata di mano, come sembra dalle rilevazioni del Ris?

Perché tutta questa reticenza?

Continueremo a chiedere la verità", conclude Paita.

Chi la sa, ed era presente evidentemente non l'ha ancora detta.

NdL

 

FONTE FOTO: pagina FB Emanuele Pozzolo (entrambe)

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Booble News!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

Caso Pozzolo, Ris: "Almeno 3 persone hanno toccato pistola"
Emanuele Pozzolo<br />&copy; pagina FB Emanuele Pozzolo Emanuele Pozzolo © pagina FB Emanuele Pozzolo

rank: 10543101

Politica

Roma, bruciato manichino con sembianze Meloni. Mattarella: "Piena solidarietà"

Il rogo di ieri sera a Roma durante il corteo per Valerio Verbano dove è stato incendiato un pupazzo in cartone raffigurante la premier Giorgia Meloni ha suscitato sdegno del mondo politico anche se è polemica per un post dell'assessore del Municipio III di Roma, Luca Blasi che ha 'lodato' il gesto....

Terzo mandato, maggioranza si spacca. Salvini: "Nessun problema"

di Norman di Lieto Il terzo mandato divide la maggioranza: uno dei 'manifesti politici' della Lega (loro l'emendamento Zaia) ha visto spaccarsi la maggioranza di centrodestra. Se da una parte, come detto, è il Carroccio a volerlo fortemente, dall'altra gli alleati sembrano decisamente più tiepidi: in...

Autonomia, De Luca: "Non ho insultato nessuno"

Le polemiche dopo le parole di Vincenzo De Luca, governatore della Campania, arrivano, in un modo o nell'altro. Impetuose, causa-effetto, insomma. Dopo la manifestazione di venerdì davanti a Palazzo Chigi a Roma voluta dallo stesso De Luca che ha 'condotto' diversi sindaci della regione a manifestare...

Autonomia, Siulp contro De Luca: "Offese verso personale polizia"

Ci sono stati momenti di tensione ieri a Roma, davanti a Palazzo Chigi, con il governatore della Campania, Vincenzo De Luca che ha guidato i sindaci della 'sua' regione per protestare contro la legge sull'Autonomia dopo il primo sì al Senato e che aveva visto lo stesso De Luca annunciare - sin dal giorno...

Comuni, arriva la norma 'salva sindaci'

L'abuso d'ufficio che per anni è stata una sorta di 'Spada di Damocle' in capo ai sindaci, ma non dovrebbe esistere più: l'addio arriva grazie agli emendamenti di Forza Italia e Lega a decreto elettorale. Addio alla "responsabilità oggettiva" nei casi in cui i funzionari o i dipendenti non attuassero...

Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.