Ultimo aggiornamento 5 giorni fa B. Vergine del Carmelo

Date rapide

Oggi: 16 luglio

Ieri: 15 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Booble News Costiera Amalfitana

Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi Direttore responsabile: Manuela Nastri

Pasticceria Pansa, la dolcezza in piazza ad AmalfiHotel Santa Caterina Amalfi Caseificio "La Tramontina" - Prima Cotta, la Mozzarella di Bufala Campana fuori dal coro. Caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: PoliticaBiella, indagato il deputato Pozzolo

Frai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiPasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830Maurizio Russo, liquorificio dal 1899 - Bu, le creme con latte di BufalaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoSupermercati Netto Maiori, Pagina ufficiale offerte Facebook

Politica

capodanno, pistola, deputato, pozzolo, delmastro, sottosegretario, proloco, ferito, minipistola

Biella, indagato il deputato Pozzolo

Il racconto di un agente di polizia presente alla festa di capodanno: "Maneggiava pistola". Gli verrà revocato il porto d'armi

Inserito da (Redazione Nazionale), mercoledì 3 gennaio 2024 17:57:11

Oltre alle polemiche che arrivano direttamente dall'opposizione che chiedono a gran voce l'intervento diretto della premier nei confronti del deputato di Fratelli d'Italia, Emanuele Pozzolo, reo di aver portato la sua arma - regolarmente detenuta - durante la festa di Capodanno alla Pro Loco di Rosazza in provincia di Biella, dove era presente anche il sottosegretario alla Giustizia, Delmastro; le indagini dei carabinieri e della procura di Biella non si fermano.

Lesioni colpose, accensioni pericolose, omessa custodia di armi: Emanuele Pozzolo, deputato di Fratelli d'Italia, è l'unico indagato dalla procura di Biella per quanto avvenuto la notte di Capodanno.

I magistrati parlano di "atto dovuto".

Quello che emerge dalle diverse testimonianze raccolte dai carabinieri, pare non risulti che altri stessero maneggiando la sua arma, una minipistola: c'è ancora da verificare come si sono svolti i fatti.

La risposta arriverà dallo Stub, il test per la ricerca di residui di polvere da sparo.

Pozzolo non si è sottoposto all'accertamento, avendo sollevato una questione legata all'immunità parlamentare.

Gli investigatori sono comunque certi che il passare delle ore non ha messo a rischio l'attendibilità del test, per il cui esito sono stati interpellati gli specialisti del Ris di Parma.

Il proiettile, la notte di Capodanno, ha raggiunto alla coscia sinistra uno dei presenti, Luca Campana, 31 anni, genero di uno dei componenti della scorta di Delmastro.

Il sottosegretario in quel momento era fuori, sul piazzale, a prepararsi per la partenza.

Sono stati due agenti del suo seguito a prestare i primi soccorsi a Campana e a mettere la pistola in sicurezza, poi messa sotto sequestro dalla procura.

La Procura di Biella intanto procederà alla revoca del porto d'armi a Pozzolo che lo aveva per difesa personale.

Dopo essere stato ferito Campana è stato portato in ospedale a Ponderano, dove i medici gli hanno estratto il proiettile dalla parte posteriore della gamba, quasi sotto il gluteo, e lo hanno dimesso con una prognosi di 10 giorni.

Finora non ha presentato querela.

Intanto il racconto di un agente di polizia presente alla festa di capodanno a Rosazza e che ha rilasciato un'intervista al quotidiano: "La Repubblica" non sembra avere dubbi.

"Abbiamo avuto tutti paura, c'erano dei bambini. Pozzolo è arrivato a fine serata, stavamo andando via: era allegro, ha tirato fuori la pistola senza che nessuno glielo avesse chiesto e all'improvviso è partito lo sparo.

Si è consumato tutto in un attimo. Pozzolo era allegro. Ha tirato fuori la pistola dal taschino per mostrarla ai presenti. Un gesto superficiale, assolutamente immotivato", racconta. Il deputato impugnava la pistola quando è partito il colpo, "la stava facendo vedere ai presenti. In un attimo si è sentito il botto dello sparo, ha rimbombato".

E quanto al fatto che Pozzolo ha detto che non è stato lui a sparare:

"È successo sotto i miei occhi, come me l'hanno visto anche altre persone presenti. Abbiamo tutti rilasciato le nostre dichiarazioni ai carabinieri. È stata una leggerezza - sottolinea - poteva costare davvero cara a quel ragazzo, che è un gran lavoratore, un padre di famiglia con due bambini piccoli".

 

foto: pagina FB Emanuele Pozzolo e La Repubblica

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Booble News!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

Il deputato di Fratelli d'Italia, Emanuele Pozzolo<br />&copy; pagina FB Emanuele Pozzolo Il deputato di Fratelli d'Italia, Emanuele Pozzolo © pagina FB Emanuele Pozzolo
Intervista al testimone sul quotidiano: La Repubblica<br />&copy; La Repubblica Intervista al testimone sul quotidiano: La Repubblica © La Repubblica

rank: 10795107

Politica

Regionali Sardegna, rischio riconteggio dei voti

di Norman di Lieto Lo scarto era stato molto ridotto, ma Todde aveva vinto, la candidata 5Stelle e Pd, dopo un lungo testa a testa contro il suo avversario sostenuto dalla coalizione di centro destra Truzzu, fermo al 45%; si era presa la guida della Sardegna subentrando a Solinas che la Lega di Salvini...

Cariche sugli studenti, ministro Piantedosi: "Polizia ha agito per proteggersi"

L'informativa alla Camera e al Senato di oggi ha visto il ministro dell'Interno, Piantedosi, difendere le forze dell'ordine dopo i fatti di Pisa e Firenze, con gli studenti caricati a colpi di manganello dagli agenti in servizio durante le manifestazioni pro Palestina. Su quegli episodi era intervenuto...

Forza Italia, Antonio Tajani primo segretario nell'era post Berlusconi

di Norman di Lieto Sin dalla sua fondazione, Forza Italia è stata Silvio Berlusconi: eppure, con il Cavaliere ancora in vita, i tentativi di trovare una figura che prendesse le redini del partito ci sono stati. I nomi più importanti che ci hanno provato sono quelli di Angelino Alfano e di Giovanni Toti...

Kiev, arriva il G7 a guida italiana. Meloni: "Sostegno all'Ucraina fino a quando sarà necessario"

La premier Giorgia Meloni porta il G7 a Kiev ribadendo - ancora una volta - il sostegno dell'Occidente all'Ucraina a due anni dall'inizio del conflitto tra Kiev e Mosca. La presidente del Consiglio italiano - che è pronta a guidare la prima riunione dei 7 grandi a guida italiana - ribadisce il sostegno...

Cariche polizia su studenti, Mattarella: "Autorevolezza Forze dell'Ordine non si misura sui manganelli"

di Norman di Lieto Non si placano le schermaglie politiche dopo le 'manganellate' della polizia agli studenti durante le manifestazioni pro Palestina a Pisa e Firenze. È intervenuto su questi avvenimenti anche il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella che in una nota diffusa dal Quirinale ha...