Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

Ultimo aggiornamento 19 ore fa S. Giusto martire in Roma

Date rapide

Oggi: 28 febbraio

Ieri: 27 febbraio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Booble News Costiera Amalfitana

Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi Direttore responsabile: Manuela Nastri

Pasticceria Pansa, la dolcezza in piazza ad AmalfiHotel Santa Caterina Amalfi  Prima Cotta, Caseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: MondoSenato Usa, Zuckerberg chiede scusa a familiari bimbi vittime dei social

Frai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiPasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830Maurizio Russo, liquorificio dal 1899 - Bu, le creme con latte di BufalaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoSupermercati Netto Maiori, Pagina ufficiale offerte Facebook

Mondo

senato, usa, commissione giustizia, meta, tik tok, x, zuckerberg

Senato Usa, Zuckerberg chiede scusa a familiari bimbi vittime dei social

Gli amministratori delegati di Meta, TikTok, Snap, Discord e X davanti alla commissione giustizia poi l'annuncio di Meta

Inserito da (Redazione Nazionale), giovedì 1 febbraio 2024 22:16:14

di Norman di Lieto

Gli Stati Uniti provano a mettere alle strette i giganti: dopo il tentativo del sindaco di New York di accendere i riflettori sui gravi pericoli che i social rappresentano per i minori e la loro salute mentale anche la commissione giustizia del Senato americano ha convocato gli amministratori delegati di Meta, TikTok, Snap, Discord e X per rispondere in merito alla sicurezza dei bambini online.

Veri e propri 'pezzi da Novanta' chiamati a rispondere, erano: Mark Zuckerberg di Meta, Linda Yaccarino di X, Shou Chew di TikTok, Evan Spiegel di Snap e Jason Citron di Discord sottoposti a un fuoco di fila di domande su come le loro società e le loro piattaforme tutelano i bambini.

E proprio le accuse rivolte al patron di Meta hanno portato Zuckerberg a scusarsi con le vittime dopo essere stato incalzato da un senatore, Josh Hawley che gli ha chiesto di farlo in quello stesso momento dato che non lo aveva mai fatto prima.

Il 'comitato di accoglienza' che attendeva i 'pezzi grossi' dei social era agguerrito, dichiarando le loro società 'con le mani sporche di sangue: i vostri prodotti uccidono' bambini e adolescenti.

"Stanno distruggendo vite umane e minacciando la democrazia. Queste aziende vanno domate e il peggio deve ancora venire", ha accusato il senatore repubblicano della South Carolina Lindsey Graham riferendosi a Big Tech.

Parole accolte dagli applausi di decine di genitori con le foto dei loro bambini morti o traumatizzati dai social.

Il Ceo di Meta Mark Zuckerberg si è rivolto proprio alle famiglie e ha chiesto scusa:

"Mi dispiace per tutto quello che avete dovuto passare. Nessuno dovrebbe attraversare quello che voi avete attraversato. E' per questo che abbiamo investito così tanto per assicurare che altri non debbano vivere quello che avete vissuto voi", ha detto illustrando gli sforzi della societa': circa 40 mila persone preposte alla sicurezza online, oltre 20 miliardi di dollari spesi dal 2016 e altri due in programma per quest'anno".

Ma i senatori hanno incalzato Zuckerberg che secondo documenti interni a Meta, da loro visionati, hanno rivelato di come il patron avesse rifiutato di rafforzare i team incaricati di individuare i pericoli per gli adolescenti online.

Nell'attesa che il Congresso riesca ad approvare una legge ad hoc sui rischi social per i minori e le relative sanzioni per le piattaforme; ad ottobre più di quaranta stati americani hanno presentato una denuncia contro Meta, ritenendo che le sue piattaforme danneggino la "salute mentale e fisica dei giovani", citando i rischi di dipendenza, molestie informatiche o disturbi alimentari.

Dopo la 'giornata terribile' vissuta al Congresso, Meta ha annunciato l'avvio di una collaborazione negli Stati Uniti con il Center for Open Science (Cos) per avviare un programma pilota che studi "argomenti relativi al benessere", in particolare nell'uso dei social da parte dei minori, oltre ad avviare una implementazione di nuove restrizioni sulla messaggistica su Facebook e Instagram, che impediranno agli utenti sotto i 16 anni di ricevere messaggi da adulti che non seguono.

 

FONTE FOTO: pagina FB Lindsey Graham e Foto diThomas UlrichdaPixabay

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Booble News!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

Il senatore repubblicano Graham e Zuckerberg<br />&copy; pagina FB Lindsey Graham Il senatore repubblicano Graham e Zuckerberg © pagina FB Lindsey Graham
Social<br />&copy; Foto diThomas UlrichdaPixabay Social © Foto diThomas UlrichdaPixabay

rank: 10162104

Mondo

Conflitto Russia - Ucraina a due anni dall'inizio della guerra

di Norman di Lieto La guerra tra Russia e Ucraina prosegue dopo due anni e non pare sia per nulla vicina una possibile fine delle ostilità. Solo qualche giorno fa i russi avanzavano sul territorio ucraino annunciando la conquista di Pobeda, un villaggio nella regione di Donetsk, con Mosca che sembra...

Russia, salma Navalny consegnata a sua madre

La salma di Navalny, il blogger e dissidente russo ucciso è stata riconsegnata alla madre che sin dal giorno dell'ufficialità della sua scomparsa si era recata insieme al legale di famiglia nella prigione in cui era stato rinchiuso. A confermare la notizia, con un post su X, Kira Yarmysh che per anni...

Oscar, New York Times: "Io Capitano ti invita ad entrare dentro la storia "

di Norman di Lieto In attesa della 'maratona' degli Oscar 2024 che ci sarà nella notte tra domenica e lunedì (10 e 11 marzo) il film di Matteo Garrone - candidato ufficiale dell'Italia al miglior film internazionale dell'edizione 2024, scelto per la cinquina finale della notte degli Oscar - è stato elogiato...

Londra, concluso appello per Assange: i giudici prendono tempo

di Norman di Lieto Da Londra, nessuna notizia viene diffusa. L'attesa per l'appello si conclude con i giudici che prendono tempo senza comunicare quanto deciso e senza neppure provare a dare un giorno preciso in cui il verdetto verrà reso pubblico. Assange sta male, questo è certo: il co-fondatore di...

Gaza, principe William: "Troppe vittime civili"

di Norman di Lieto Dall'attacco di Hamas del 7 ottobre in Israele sembra - ad oggi - che poco o nulla si muova: se da una parte per l'ennesima volta al Consiglio di Sicurezza dell'Onu gli Stati Uniti mettono il veto ad una nuova risoluzione araba per l'immediato cessate il fuoco a Gaza, sottolineando...

Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.