Ultimo aggiornamento 3 giorni fa S. Aurelio vescovo

Date rapide

Oggi: 20 luglio

Ieri: 19 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Booble News Costiera Amalfitana

Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi Direttore responsabile: Manuela Nastri

Pasticceria Pansa, la dolcezza in piazza ad AmalfiHotel Santa Caterina Amalfi Caseificio "La Tramontina" - Prima Cotta, la Mozzarella di Bufala Campana fuori dal coro. Caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: MondoHamas apre sugli ostaggi ma chiede fine guerra

Frai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiPasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830Maurizio Russo, liquorificio dal 1899 - Bu, le creme con latte di BufalaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoSupermercati Netto Maiori, Pagina ufficiale offerte Facebook

Mondo

Hamas, israele, qatar, egitto, usa, ostaggi

Hamas apre sugli ostaggi ma chiede fine guerra

La svolta è stata annunciata dal premier del Qatar, Mohammed bin Abdulrahman Al Thani, che ha fatto sapere di aver ricevuto "una risposta positiva" da parte della fazione islamica allo schema di accordo mediato a Parigi dagli Usa, dall'Egitto e dallo stesso Qatar

Inserito da (Redazione Nazionale), martedì 6 febbraio 2024 22:05:17

di Norman di Lieto

Il ruolo diplomatico e di mediazione del Qatar e dell'Egitto è proseguito senza sosta negli incontri di Parigi nel tentativo di trovare una soluzione che portasse - finalmente - ad un cessate il fuoco a Gaza.

Oggi, potrebbe essere, la svolta - si spera - definitiva: l'annuncio è arrivato dal premier del Qatar, Mohammed bin Abdulrahman Al Thani, che ha fatto sapere di aver ricevuto "una risposta positiva" da parte di Hamas allo schema di accordo trovato nella capitale francese, dagli Usa, dall'Egitto e dallo stesso Qatar.

Come detto, il ruolo del Qatar è stato strategico così come quello dell'Egitto.

Mentre gli Usa, inizialmente a fianco di Israele senza se e senza ma, con il presidente Biden che ci aveva provato in una sorta di 'moral suasion' sul fronte israeliano prima con Blinken e, poi, con il direttore della Cia, senza dimenticare di come lo stesso Biden avesse dovuto gestire il fronte critico interno alla sua stessa Amministrazione: criticato per essere stato sempre troppo filo-israeliano nel conflitto con Hamas.

Gli ostaggi israeliani, ancora in mano ad Hamas dopo l'attacco del 7 ottobre, sono stati al centro della mediazione per trattare la loro liberazione.

Su Telegram Hamas ha spiegato di aver "affrontato con spirito positivo", la proposta di mediazione, insistendo sulle loro condizioni, prime fra tutte "un cessate il fuoco totale e comprensivo" e la "fine dell'aggressione", ovvero il ritiro completo da Gaza dell'esercito israeliano. Oltre che sul "completamento dello scambio di prigionieri".

Sarà un caso, ma proprio domani, Blinken - arriverà (ancora una volta) in Israele al termine della sua spola diplomatica tra Arabia Saudita, Egitto e Qatar - per cercare una definitiva riuscita dell'accordo.

Sugli ostaggi il New York Times ha svelato quanto riportano le forze armate israeliane, secondo cui almeno 32 di loro, un quinto dei 136 rapiti ancora nelle mani di Hamas, sono morti.

Intanto il governo israeliano ha rilasciato le sue prime osservazioni ufficiali sulla risposta di Hamas ad un possibile accordo di tregua, affermando che i commenti del gruppo sono allo studio di tutte le parti coinvolte nel processo di mediazione.

''La risposta di Hamas è stata trasmessa dal mediatore del Qatar al Mossad. I suoi dettagli vengono attentamente valutati dai funzionari coinvolti nei negoziati", ha scritto su X il l'uffico del primo ministro israeliano.

Speriamo bene.

Sul fronte dell'informazione, c'è da registrare una notizia che arriva dagli Usa, da uno dei media più conosciuti a livello mondiale, la CNN, dove lo staff sarebbe in rivolta per la 'copertura distorta' e controllata dall'alto del conflitto a Gaza:

"Rigurgiti di propaganda sionista e censura della prospettiva palestinese" sarebbero alcune delle accuse mosse dalla redazione che parla addirittura di pratica giornalistica errata nella modalità di come viene presentata la guerra al mondo dopo l'attacco di Hamas del 7 ottobre contro Israele.

Secondo i giornalisti ci sarebbero "diktat da parte della direzione" e un processo di approvazione del materiale pronto per essere mandato in onda.

È il giornale inglese, Guardian, a riportare le ricostruzioni in base ai resoconti di sei persone dello staff:

"La maggioranza delle notizie dall'inizio della guerra è stata viziata da una partigianeria istituzionale all'interno del network a favore di Israele a prescindere da quanto accurato sia stato il lavoro dei giornalisti sul campo".

 

FONTE FOTO: Foto dihosny salahdaPixabay e pagina FB Joe Biden

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Booble News!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

Gaza<br />&copy; Foto di hosny salah da Pixabay Gaza © Foto di hosny salah da Pixabay
Joe Biden<br />&copy; pagina FB Joe Biden Joe Biden © pagina FB Joe Biden

rank: 10224101

Mondo

Ucraina, l'inquietante scenario nel caso di sconfitta contro la Russia. Usa: "Nato in guerra contro Mosca"

di Norman di Lieto Se ancora non bastassero gli equilibri geopolitici sempre più precari nel mondo, una dichiarazione del capo del Pentagono di qualche giorno fa, Lloyd Austin - già celebre per la sua malattia di cui Biden non era a conoscenza - mette i brividi: "Nato entrerà in guerra contro la Russia...

Houthi, primo attacco verso nave italiana. Crosetto: "Grave violazione diritto internazionale"

di Norman di Lieto La crisi nel Mar Rosso si aggrava e, per la prima volta, gli attacchi Houthi puntano dritto verso un obiettivo italiano. La nave Carlo Duilio, il cacciatorpediniere della Marina Militare, era l'obiettivo di un drone lanciato dallo Yemen: non una nave qualunque ma la base della nascente...

Gaza, militari israeliani sparano sulla folla: 104 morti. Usa: "Israele chiarisca"

di Norman di Lieto Una guerra senza fine (e senza senso) ha provocato oggi a Gaza l'ennesima strage: 104 morti tra le persone in fila in attesa degli aiuti umanitari così come dichiarato da Hamas. Israele invece dichiara come si sia trattato di due episodi diversi ed avvenuti a centinaia di metri l'uno...

Elezioni europee, Meta contro l'abuso dell'intelligenza artificiale durante la campagna elettorale

di Norman di Lieto Le polemiche sui 'social' e su quanto gli 'stessi' abbiano influenzato le elezioni negli ultimi anni, è diventato tema di grande dibattito su quanto i 'troll', i profili falsi, possano influenzare le campagne elettorali e in un certo senso, 'taroccare' i risultati stessi delle elezioni;...

Conflitto Russia - Ucraina a due anni dall'inizio della guerra

di Norman di Lieto La guerra tra Russia e Ucraina prosegue dopo due anni e non pare sia per nulla vicina una possibile fine delle ostilità. Solo qualche giorno fa i russi avanzavano sul territorio ucraino annunciando la conquista di Pobeda, un villaggio nella regione di Donetsk, con Mosca che sembra...