Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

Ultimo aggiornamento 3 giorni fa S. Massimo confessore

Date rapide

Oggi: 25 giugno

Ieri: 24 giugno

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Booble News Costiera Amalfitana

Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi Direttore responsabile: Manuela Nastri

Pasticceria Pansa, la dolcezza in piazza ad AmalfiHotel Santa Caterina Amalfi Caseificio "La Tramontina" - Prima Cotta, la Mozzarella di Bufala Campana fuori dal coro. Caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: Lavoro e FormazioneRapporto annuale Istat 2023, l'Italia invecchia e rimane emergenza Neet

Frai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiPasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830Maurizio Russo, liquorificio dal 1899 - Bu, le creme con latte di BufalaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoSupermercati Netto Maiori, Pagina ufficiale offerte Facebook

Lavoro e Formazione

rapporto, report, istat, 2023, neet, giovani, anziani, lavoro

Rapporto annuale Istat 2023, l'Italia invecchia e rimane emergenza Neet

Il rapporto annuale dell'Istat 2023 racconta un Paese che ha mostrato forti capacità di resilienza e reazione, dall'emergenza sanitaria alla corsa dell'inflazione, in un contesto internazionale segnato da elementi di crisi e di incertezza

Inserito da (Redazione Nazionale), sabato 8 luglio 2023 19:17:48

di Norman di Lieto

C'è un termometro nel nostro Paese cui è impossibile rinunciare: è quello dell'Istat che nel suo rapporto annuale 2023 fotografa la situazione dell'Italia e il quadro che ne esce è abbastanza desolante.

S'è vero che abbiamo registrato una crescita maggiore rispetto a quella di altri Paesi europei, con proiezioni future ancora ottimistiche ed incoraggianti per il PIL che fa registrare previsioni positive del +1,2% mantenendosi sostanzialmente stabile per il 2024 con un +1,1% per quello che concerne il lavoro.

Eppure gli scenari sono diversi e preoccupanti e arrivano da lontano: l'Italia è un Paese sempre più vecchio, dove le persone con più di 65 anni sono quasi il doppio di quelle che ne hanno meno di 15, i giovani sono ormai una risorsa scarsa, da valorizzare.

Rimangono i numeri dei Neet: circa uno su cinque, nella fascia di età tra i 15 e i 29 anni, rientra tra quelli che non studiano, né lavorano, né sono impegnati in percorsi di formazione.

L'Istat ha presentato lo studio alla Camera è - a proposito dei giovani - quello che è stato sottolineato dal presidente facente funzioni dell'Istat, Francesco Maria Chelli è questo:

"Iniziare una vita autonoma e formare una nuova famiglia, per la maggioranza dei giovani è sempre più un percorso ad ostacoli".

L'età media delle neo-mamme al parto ha raggiunto quasi 32 anni e mezzo, uno in più rispetto al 2010 e il numero medio dei figli è sceso a 1,24 nel 2022 (in Francia è 1,80). Anche le nascite sono calate, lo scorso anno, fino a finire, per la prima volta, al di sotto di quota 400 mila.

Un altro tema di cui nel nostro Paese si parla pochissimo è quello che riguarda il blocco dell'ascensore sociale che si 'incaglia' in quel meccanismo che è stato definita: "La trappola della povertà"che studia la trasmissione delle difficoltà economiche di padre in figlio.

In termini tecnici, quasi un terzo degli adulti a rischio di povertà ha genitori che, quando erano ragazzi di 14 anni, versavano in cattive condizioni finanziarie. È questa la trappola della povertà che risulta più intensa in Italia rispetto alla maggior parte dei Paesi europei e anche in peggioramento.

A farne le spese sono prima di tutti quasi 1,4 milioni di minori che crescono in contesti di povertà assoluta e, secondo uno studio dell'Ocse, già a 5 anni di età potrebbero aver accumulato uno svantaggio di 12 mesi rispetto ai coetanei più benestanti nei livelli di alfabetizzazione emergente, un aspetto che incide sui risultati scolastici futuri.

L'Istat indica nel piano nazionale di ripresa e resilienza un'opportunità per valorizzare il ruolo centrale dei giovani, del sistema produttivo e della società civile come protagonisti attivi del cambiamento per una nuova fase di sviluppo sostenibile e inclusivo.

Puntare sulle nuove generazioni e sulle donne sarebbe, inoltre, un modo di contrastare l'inverno demografico che potrebbe portare ad avere 3,6 milioni di occupati in meno nel 2041.

Sul fronte degli stipendi non va meglio: un lavoratore assunto in Germania guadagna, a parità di potere d'acquisto, oltre 8 mila euro l'anno in più di uno impiegato in Italia, nel 2021.

E le retribuzioni italiane sono anche inferiori del 12% a quelle medie europee. Vuol dire circa 3.700 euro all'anno in meno.

Torniamo ai Neet: sono 1,7 milioni, poco meno del 20%.

La loro quota cala nel 2022 ed è vicina al minimo del 2007, ma resta sopra la media Ue di oltre 7 punti e inferiore solo a quella della Romania.

Il fenomeno dei Neet interessa in misura maggiore le ragazze (20,5%) e, soprattutto, i residenti nelle regioni del Mezzogiorno (27,9%) e gli stranieri (28,8%).

 

Fonte foto:Foto diL. G.daPixabay e Foto di Manuel Alvarez da Pixabay

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Booble News!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank: 10406101

Lavoro e Formazione

Jobs Act, Consulta aumenta le tutele per i lavoratori licenziati

Il Jobs Act voluto dal governo Renzi nel 2015 e che tante modifiche aveva apportato alla legge 300, meglio conosciuto come Statuto dei lavoratori del 1970, ha subito un altro 'colpo' da parte della Corte costituzionale ha deciso di allargare la tutela per i lavoratori licenziati che il Jobs Act aveva...

Molestie, sospeso per un mese docente Università di Torino

Luoghi 'sacri' si definivano una volta, ora, la fotografia che viene scattata nelle Università, nel caso specifico in quella di Torino, non è affatto rassicurante: lo si evince dalle innumerevoli situazioni di disagio che stanno emergendo dai questionari proposti dal collettivo Studenti Indipendenti...

Scuola, Report Eurispes: "Docenti aggrediti e malpagati"

Dopo l'aggressione alla docente di Varese, con 3 coltellate che ha seguito anche quello che accadde sempre ad un'insegnante ad Abbiategrasso nel maggio dello scorso anno, le aggressioni e le minacce da parte di studenti e genitori, sono in preoccupante aumento. Senza contare stipendi inadeguati e scarsi...

Scuola, Stato interviene contro i violenti

di Norman di Lieto Dopo le aggressioni a Taranto e a Varese al personale scolastico, il Ministero dell'Istruzione e quello della Giustizia stanno lavorando insieme ad una stretta contro chi aggredisce il personale scolastico: per loro, non solo è stata prevista la difesa da parte dell'Avvocatura dello...

Assegno inclusione, oltre la metà dei pagamenti in Campania e Sicilia

Da ieri sono partiti i primi pagamenti relativi all'Assegno di Inclusione e l'Inps ha reso noto i dati relativi alla misura voluta dal governo Meloni. Dalla mappatura emerge un quadro abbastanza chiaro ed inequivocabile: oltre la metà degli assegni di inclusione pagati a fine gennaio (287.704 richieste...

Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.