Ultimo aggiornamento 3 giorni fa S. Aurelio vescovo

Date rapide

Oggi: 20 luglio

Ieri: 19 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Booble News Costiera Amalfitana

Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi Direttore responsabile: Manuela Nastri

Pasticceria Pansa, la dolcezza in piazza ad AmalfiHotel Santa Caterina Amalfi Caseificio "La Tramontina" - Prima Cotta, la Mozzarella di Bufala Campana fuori dal coro. Caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: CronacaTorino, neonato ritrovato dentro cassonetto: sta bene

Frai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiPasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830Maurizio Russo, liquorificio dal 1899 - Bu, le creme con latte di BufalaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoSupermercati Netto Maiori, Pagina ufficiale offerte Facebook

Cronaca

torino, cassonetto, rifiuti, neonato, vivo, ritrovato, carabinieri, sanitari

Torino, neonato ritrovato dentro cassonetto: sta bene

L'episodio ieri sera a Villanova Canavese: a trovarlo un adolescente di 15 anni che poi ha allertato subito i genitori che hanno chiamato sanitari e carabinieri. Era stato attirato dai lamenti provenienti dal cassonetto, vicino a casa sua. Lo ha trovato dentro un sacchetto di plastica

Inserito da (Redazione Nazionale), domenica 14 gennaio 2024 15:38:03

Poteva essere una tragedia, per fortuna il destino ha voluto che un adolescente di 15 anni ieri sera, si accorgesse dei lamenti provenienti da un cassonetto, vicino a casa sua.

Quando il ragazzo si è avvicinato ha notato un sacchetto di plastica rosso, al cui interno c'era il piccolo, con la placenta e cordone ombelicale ancora attaccati.

Allertati subito i genitori che hanno avvisato immediatamente i sanitari del 118 e i carabinieri che hanno poi trasferito il neonato all'ospedale di Ciriè.

Villanova Canavese è un paese con oltre mille abitanti a meno di trenta chilometri a nord di Torino, verso le Valli di Lanzo.

Lorenzo, questo il nome che è stato dato al piccolo, ha superato senza complicazioni la notte e le sue condizioni di salute non destano preoccupazioni.

È stato il team di Adalberto Brach del Prever, il direttore della pediatria dell'ospedale di Ciriè (Torino), a prendersi cura del neonato:

"Pesa più di 3 chilogrammi: fortunatamente dal suo abbandono al ritrovamento non è passato molto tempo, ma è arrivato in ospedale in ipotermia, quindi dal suo arrivo è tenuto in incubatrice per motivi di sicurezza, ma è in buone condizioni di salute".

Brach del Prever ricorda infine che:

"In tutti gli ospedali è possibile partorire in anonimato", come conferma la carta dei servizi dell'Asl To4, l'Azienda sanitaria locale dell'area.

L'eroe civile di questa storia, è un ragazzo di soli 15 anni che è ancora emozionato per quanto accaduto:

"Sono uscito di casa perché dovevo aprire il portone a mio fratello e per fortuna mi è caduto l'occhio vicino ai bidoni dell'immondizia. Ho visto questo sacchetto rosso e ho sentito come un gatto che si lamentava.

Quando ho capito che era un bambino sono corso subito in casa.

Ho chiamato il papà e la mamma. L'abbiamo subito preso e portato in casa in attesa dell'arrivo dell'ambulanza".

Paolo Secondo Laforet, il papà dell'adolescente, ha chiamato i soccorsi e ha parlato coi carabinieri:

"Sono arrivati subito - racconta il genitore - e dopo qualche minuto l'ambulanza. In quei momenti non sai mai come passa il tempo. È stata un'emozione fortissima. Trovare un bimbo così piccolo è una cosa incredibile.

Non avrei problemi a riconoscerlo come mio figlio, lo adotterei subito".

Dice ancora l'operaio cinquantenne:

"L'ho già fatto presente anche ai carabinieri: sarebbe bello, ma so che è una prassi lunga e tutt'altro che semplice, però noi siamo disponibili. Siamo sinti piemontesi - spiega -. Una famiglia numerosa, perché noi alla famiglia ci teniamo moltissimo. Per noi la prima cosa sono i nostri bambini, la moglie e la famiglia. Siamo molto legati tra di noi e chi entra nella nostra famiglia ne diventa parte integrante. Per questo il bimbo lo sentiamo molto vicino a noi".

 

Foto: Foto diFrauke RietherdaPixabay e Foto ditookapicdaPixabay

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Booble News!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

Cassonetto rifiuti<br />&copy; Foto di tookapic da Pixabay Cassonetto rifiuti © Foto di tookapic da Pixabay

rank: 10277103

Cronaca

Napoli, violenza su turista inglese: barman arrestato

Una vacanza a Napoli che si è poi rivelata un incubo: gli abusi a luglio, ora l'arresto per un barman che ha violentato una ragazza nel bagno del locale dove lavorava, con la turista inglese che aveva appena finito di consumare un drink preparatole dal suo stesso aggressore. Il barman del locale è stato...

Venezia, detenuto denuncia: "Pestato dagli agenti"

di Norman di Lieto Secondo quanto riferito da un detenuto di 23 anni sarebbe stato pestato in cella da tre agenti della polizia penitenziaria, che gli avrebbero rotto alcune costole e lesionato la milza, tanto che i medici che poi l'hanno preso in cura, a Verona, sono stati costretti a sottoporlo ad...

Femminicidi, mattanza continua: due donne uccise in due giorni

di Norman di Lieto La mattanza non si ferma: ieri, in Toscana, ha perso la vita Maria Ferreira di 52 anni uccisa a coltellate in strada dal marito nel tardo pomeriggio a Fornaci di Barga; oggi, Sara Buratin, 41 anni, di Bovolenta. I carabinieri cercano il marito. Maria Ferreira aveva già apposto la prima...

Vibo Valentia, tentativo di avvelenamento durante la messa per don Palamara

Il comune in questione dove è accaduto il fatto San Nicola di Pannaconi, una frazione di Cessaniti, è stato commissariato per mafia nello scorso mese di agosto: qui, oggi, durante la Santa Messa, il sacerdote don Felice Palamara, già inseguito da minacce ed intimidazione dalla criminalità organizzata,...

Brennero, neve paralizza il traffico: chiusa autostrada e code fino a 40km

La neve ha paralizzato oggi il passo del Brennero: l'autostrada è stata chiusa e si sono formate code che hanno raggiunto i 40 chilometri. Nel corso della mattinata la neve aveva superato il livello di guardia andando oltre il metro facendo scattare così per motivi di sicurezza la decisione di chiudere...