Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

Ultimo aggiornamento 11 ore fa S. Margherita da Cortona

Date rapide

Oggi: 22 febbraio

Ieri: 21 febbraio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Booble News Costiera Amalfitana

Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi Direttore responsabile: Manuela Nastri

Pasticceria Pansa, la dolcezza in piazza ad AmalfiHotel Santa Caterina Amalfi  Prima Cotta, Caseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: CronacaStrage Sinnai, Zuncheddu assolto dopo 33 anni di carcere

Frai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiPasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830Maurizio Russo, liquorificio dal 1899 - Bu, le creme con latte di BufalaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoSupermercati Netto Maiori, Pagina ufficiale offerte Facebook

Cronaca

assolto, corte di appello, roma, sardegna, allevatori, sinnai, strage, innocente, carcere, partito radicale

Strage Sinnai, Zuncheddu assolto dopo 33 anni di carcere

La Corte di Appello di Roma, al termine del processo di revisione, ha assolto l'ex allevatore dall'accusa di essere l'autore della strage di Sinnai, in provincia di Cagliari, dell'8 gennaio del 1991 in cui morirono tre pastori e una quarta persona rimase gravemente ferita

Inserito da (Redazione Nazionale), venerdì 26 gennaio 2024 22:46:23

Beniamico Zuncheddu ha passato buona parte della sua vita in carcere: 33 anni per l'esattezza, dall'età di 27 anni da quando venne accusato della strage del Sinnai dove l'8 gennaio del 1991 morirono tre pastori ed una quarta persona rimase gravemente ferita.

Le vittime furono: Gesuino Fadda, 56 anni, il figlio Giuseppe, di 24 anni e Ignazio Pusceddu, 55enne, che lavorava alle dipendenze dei due.

I giudici hanno revocato l'ergastolo facendo cadere le accuse per Zuncheddu con la formula "per non avere commesso il fatto".

Zuncheddu si trovava all'ergastolo ora è libero ed innocente: chi gli restituirà questi 33 anni della sua vita trascorsi ingiustamente in carcere?

I giudici della Corte di Appello di Roma, al termine del processo di revisione, lo hanno assolto dall'accusa di essere l'autore della strage di Sinnai, in provincia di Cagliari, con la sentenza che è arrivata dopo una camera di consiglio durata alcune ore:

"Per me è la fine di un incubo", ha affermato l'ex allevatore apparso visibilmente emozionato.

La Corte d'Appello ha, quindi, accolto le richieste del procuratore generale, Francesco Piantoni, che nel corso della requisitoria ha ricostruito trent'anni di vicenda giudiziaria ponendo al centro del suo discorso la credibilità di Luigi Pinna, oggi 62 anni e unico superstite della strage.

Un'accusa arrivata dopo che nell'immediatezza dei fatti lo stesso Pinna aveva sostenuto di non potere riconoscere l'autore degli omicidi perché aveva il viso travisato da una calza.

Nel corso del processo di revisione è arrivato il colpo di scena.

In una drammatica testimonianza, Pinna ha affermato che nel febbraio di 33 anni fa prima "di effettuare il riconoscimento dei sospettati, l'agente di polizia che conduceva le indagini mi mostrò la foto di Zuncheddu e mi disse che il colpevole della strage era lui. È andata così: ho sbagliato a dare ascolto alla persona sbagliata".

La strage si consumò in pochi minuti. Il killer arrivò a Cuile is Coccus a Sinnai a bordo di uno scooter e uccise prima Gesuino Fassa, che si trovava nella strada di accesso all'ovile, per poi risalire in direzione del recinto di bestiame per fare fuoco in direzione del figlio Giuseppe. Pusceddu fu invece ucciso mentre si trovava all'interno di una baracca assieme a Pinna. All'epoca Zuncheddu aveva 27 anni, venne fermato dopo pochi giorni e iniziò per lui un calvario giudiziario la cui parola fine è arrivata dopo 33 anni.

''Beniamino è una persona incredibile che non meritava quello che ha subìto''.

Così l'avvocato Mauro Trogu, difensore di Beniamino Zuncheddu, dopo la sentenza di assoluzione nel processo di revisione.

Anche il Partito Radicale con il segretario Maurizio Turco esulta:

"Per tutti noi è un grande giorno. Siamo contenti e commossi per l'assoluzione di Beniamino Zuncheddu. Ma molto preoccupati per lo stato della giustizia nel nostro Paese. Siamo davanti a uno dei più grandi errori giudiziari mai esistiti. Si sono tolti 33 anni di vita a un cittadino italiano. Siamo felici ma anche affranti per tutto il dolore che ha vissuto. Ci chiediamo quanti casi simili ci siano in Italia per i quali la verità non verrà mai scoperta. Per questo continueremo a vigilare sui diritti violati delle persone, soprattutto dei detenuti e di chi non ha voce".

Irene Testa, sempre del Partito Radicale dichiara invece:

"Se da una parte oggi la giustizia ha trionfato, dall'altra c'è una giustizia che fa paura, una giustizia che ha rubato 33 anni di vita a un uomo. Una riflessione viene spontanea. Quanti Beniamino ci sono nelle carceri italiane? La giustizia italiana va riformata perché così è una giustizia che fa paura e quanto accaduto a Beniamino potrebbe accadere a chiunque. Che la vicenda di Beniamino possa essere da monito a chi conduce le indagini e a chi è chiamato a giudicare".

 

FONTE FOTO: Foto diEdward LichdaPixabay e Foto diIchigo121212daPixabay

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Booble News!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

Giustizia<br />&copy; Foto diEdward LichdaPixabay Giustizia © Foto diEdward LichdaPixabay
Carcere<br />&copy; Foto di Ichigo121212 da Pixabay Carcere © Foto di Ichigo121212 da Pixabay

rank: 10444108

Cronaca

Morti bianche, Nordio: "No a introduzione reato di omicidio sul lavoro"

di Norman di Lieto Neppure una settimana fa il crollo nel cantiere Esselunga a Firenze, oggi in mattinata a Nardò in provincia di Lecce, l'incidente mortale in cui ha perso la vita un collaudatore di 36 anni e, ancora, oggi, nel palermitano, il crollo di un muro è costato la vita ad un operaio di 49...

Scontro in pista Porsche di Nardò, muore collaudatore di 36 anni

Nella pista Porsche di Nardò, in provincia di Lecce, un tremendo impatto tra moto e auto è costato la vita al collaudatore Mattia Ottaviano: la moto che guidava si è scontrata con una Porsche Panamera non dando scampo all'uomo. Mattia Ottaviano aveva 36 anni ed era di Tuglie, nel Salento: è morto stamattina...

Ischia, proseguono ricerche donna scomparsa

Da sabato mattina non si hanno più notizie ad Ischia di una donna di 51 anni, sposata e con due figli che, dopo aver preso la sua auto si è fermata nella piazza di Succhivo dove ha lasciato la sua auto facendo perdere le proprie tracce. Nell'auto ha lasciato i suoi oggetti personali: nella borsa anche...

Crollo cantiere Esselunga, sindaco di Firenze: "Tragedia lascia segno indelebile"

La mattanza delle morti sul lavoro non si ferma: venerdì 16 febbraio, poco prima delle 9, in un cantiere alla periferia di Firenze dove si stava lavorando alla costruzione di un supermercato Esselunga ha visto cedere una grande trave di cemento, provocando la morte di 5 operai, 3 feriti che non sono...

Parma, studenti delle medie inseguono professoressa e le lanciano un sasso

Neanche due settimane fa scrivevamo di come secondo il Rapporto di Eurispes sulla Scuola, emergesse di come i docenti fossero - non solo malpagati - ma anche aggrediti. E di continuo. Sono ormai diversi gli episodi, l'ultimo quello di Varese dove uno studente aveva accoltellato la propria professoressa,...

Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.