Ultimo aggiornamento 3 giorni fa S. Lorenzo da Brindisi

Date rapide

Oggi: 21 luglio

Ieri: 20 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Booble News Costiera Amalfitana

Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi Direttore responsabile: Manuela Nastri

Pasticceria Pansa, la dolcezza in piazza ad AmalfiHotel Santa Caterina Amalfi Caseificio "La Tramontina" - Prima Cotta, la Mozzarella di Bufala Campana fuori dal coro. Caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: CronacaPalermo, arrestata la figlia sopravvissuta alla strage

Frai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiPasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830Maurizio Russo, liquorificio dal 1899 - Bu, le creme con latte di BufalaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoSupermercati Netto Maiori, Pagina ufficiale offerte Facebook

Cronaca

palermo, altavilla, strage, famiglia, riti satanici

Palermo, arrestata la figlia sopravvissuta alla strage

La ragazza di 17 anni era l'unica ad essersi salvata nella mattanza che aveva visto suo padre, insieme a due complici, uccidere sua madre e i suoi due fratelli. Era in comunità, poi la confessione

Inserito da (Redazione Nazionale), venerdì 16 febbraio 2024 21:28:54

Una svolta clamorosa che lascia senza fiato: la diciassettenne scampata al massacro di Altavilla in provincia di Palermo, dove un muratore Giovanni Barreca di 54 anni, insieme ad una coppia di coniugi, aveva massacrato la moglie dell'uomo e i suoi due figli, lasciando illesa solo la figlia di 17 anni che era stata ritrovata dalle forze dell'ordine in stato di choc per poi essere condotta in comunità; ha confessato di aver preso parte alla mattanza.

Dopo giorni di silenzio è stata lei stessa a confessarlo ai magistrati della Procura dei minori che la seguivano, ammissioni che le sono costate l'accusa di omicidio plurimo e occultamento di cadavere e il carcere.

Secondo il procuratore di Termini Imerese, Ambrogio Cartosio che insieme alla procuratrice dei minori Claudia Caramanna, coordina le indagini sull'uccisione di Antonella Salamone e dei suoi due figli Kevin ed Emanuel, di 5 e 15 anni:

"Il rito collettivo era iniziato da un mese e coinvolgeva tutta la famiglia Barreca e la coppia formata da Massimo Carandente e Sabrina Fina. Erano tutti preda di un delirio mistico".

L'unica superstite dell'eccidio dunque è stata risparmiata perché ha condiviso il progetto e la realizzazione della strage.

La ragazza ha raccontato che per liberare la casa, la madre e il fratellino minore dal diavolo per settimane, insieme a Carandente e Fina, che il padre aveva conosciuto sui social, avevano pregato.

Poi, le violenze: insieme al padre e ai complici l'adolescente ha torturato la madre, contraria ad andare avanti.

La donna sarebbe stata presa a colpi di padella, colpita con l'attizzatoio del camino, ustionata col phon. Poi è toccato ai due fratelli, anche loro inizialmente coinvolti nei riti di purificazione.

In serata ad Altavilla si è svolta una fiaccolata per ricordare le tre vittime della strage. Domani verrà eseguita l'autopsia sui loro corpi.

 

FONTE FOTO: Foto diUlrike MaidaPixabay e Foto didjedjdaPixabay e

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Booble News!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

Ragazza<br />&copy; Foto diUlrike MaidaPixabay Ragazza © Foto diUlrike MaidaPixabay
Carabinieri<br />&copy; Foto di djedj da Pixabay Carabinieri © Foto di djedj da Pixabay

rank: 10349104

Cronaca

Napoli, violenza su turista inglese: barman arrestato

Una vacanza a Napoli che si è poi rivelata un incubo: gli abusi a luglio, ora l'arresto per un barman che ha violentato una ragazza nel bagno del locale dove lavorava, con la turista inglese che aveva appena finito di consumare un drink preparatole dal suo stesso aggressore. Il barman del locale è stato...

Venezia, detenuto denuncia: "Pestato dagli agenti"

di Norman di Lieto Secondo quanto riferito da un detenuto di 23 anni sarebbe stato pestato in cella da tre agenti della polizia penitenziaria, che gli avrebbero rotto alcune costole e lesionato la milza, tanto che i medici che poi l'hanno preso in cura, a Verona, sono stati costretti a sottoporlo ad...

Femminicidi, mattanza continua: due donne uccise in due giorni

di Norman di Lieto La mattanza non si ferma: ieri, in Toscana, ha perso la vita Maria Ferreira di 52 anni uccisa a coltellate in strada dal marito nel tardo pomeriggio a Fornaci di Barga; oggi, Sara Buratin, 41 anni, di Bovolenta. I carabinieri cercano il marito. Maria Ferreira aveva già apposto la prima...

Vibo Valentia, tentativo di avvelenamento durante la messa per don Palamara

Il comune in questione dove è accaduto il fatto San Nicola di Pannaconi, una frazione di Cessaniti, è stato commissariato per mafia nello scorso mese di agosto: qui, oggi, durante la Santa Messa, il sacerdote don Felice Palamara, già inseguito da minacce ed intimidazione dalla criminalità organizzata,...

Brennero, neve paralizza il traffico: chiusa autostrada e code fino a 40km

La neve ha paralizzato oggi il passo del Brennero: l'autostrada è stata chiusa e si sono formate code che hanno raggiunto i 40 chilometri. Nel corso della mattinata la neve aveva superato il livello di guardia andando oltre il metro facendo scattare così per motivi di sicurezza la decisione di chiudere...