Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

Ultimo aggiornamento 10 ore fa S. Margherita da Cortona

Date rapide

Oggi: 22 febbraio

Ieri: 21 febbraio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Booble News Costiera Amalfitana

Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi Direttore responsabile: Manuela Nastri

Pasticceria Pansa, la dolcezza in piazza ad AmalfiHotel Santa Caterina Amalfi  Prima Cotta, Caseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: CronacaCatania, tredicenne violentata nei bagni pubblici: 7 fermati

Frai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiPasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830Maurizio Russo, liquorificio dal 1899 - Bu, le creme con latte di BufalaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoSupermercati Netto Maiori, Pagina ufficiale offerte Facebook

Cronaca

catania, violenza, orrore, minorenne, minorenni

Catania, tredicenne violentata nei bagni pubblici: 7 fermati

È successo nella centrale Villa Bellini, i carabinieri hanno fermato ed identificato tutti: 3 di loro sono minorenni

Inserito da (Redazione Nazionale), sabato 3 febbraio 2024 18:47:43

Un orrore in pieno centro a Catania quello subito da una ragazza minorenne di 13 anni che pur essendo in compagnia del suo fidanzato, non ha impedito ad un branco di 7 persone di abusare sessualmente di lei nei bagni pubblici nella centrale Villa Bellini: la tredicenne era con il fidanzato, minacciato, bloccato e tenuto lontano.

Gli abusi sarebbero stati commessi la sera dello scorso 30 gennaio, nei bagni del Giardino comunale della Villa Bellini dove i sette avrebbe minacciato la giovanissima coppia, lei 13enne e lui 17enne, abusando della vittima.

Sono stati i due fidanzati a denunciare la violenza facendo così attivare le indagini dei militari dell'Arma.

Secondo quanto si è appreso le Procure distrettuale e dei minorenni hanno già disposto e fatto eseguire dai Carabinieri il fermo dei 7 sospettati: tutti egiziani e tre di loro non sarebbero maggiorenni.

La ragazzina sarebbe stata violentata da due degli indagati sotto gli sguardi degli altri cinque.

Le due Procure, distrettuali e per i minorenni, di Catania contestano agli indagati la violenza di gruppo aggravata.

La notizia della violenza sessuale arriva nei giorni in cui a Catania si festeggia la Patrona della città, Sant'Agata.

Intanto ha rimesso il mandato uno dei legali delle sette persone fermate per la violenza sessuale di gruppo a una 13enne nella Villa Bellini di Catania.

L'avvocato Giovanni Avila ha ritenuto di non accettare l'incarico, che gli era stato affidato d'ufficio, di difendere un minorenne che è tra i fermati.

Il penalista ha già notificato la sua decisione ritenendo di "non poterla accettare, non sussistendo i profili per assumere l'incarico".

La vittima avrebbe riconosciuto almeno uno degli aggressori, poi, un egiziano, avrebbe dato indicazioni per identificare gli altri suoi connazionali che sono stati poi fermati.

Le Procure distrettuale e per i minorenni di Catania hanno disposto accertamenti tecnici sui cellulari sequestrati agli indagati fermati per violenza sessuale di gruppo su una 13enne alla Villa Bellini.

Si cercano contatti ed eventuali video nei loro smartphone e per accertare a quale 'cella telefonica' erano agganciati quando è avvenuta l'aggressione, alle 19.30 circa dello scorso 30 gennaio.

Il vice sindaco di Catania, Paolo La Greca ha dichiarato:

'E' un fatto gravissimo ed il fatto che sia avvenuto in una zona così centrale della città, ci lascia ancor maggiormente frustrati. Non v'è dubbio che c'è una convivenza complessa che dobbiamo pian piano abituarci ad avere. Queste tragedie purtroppo si confermano nell'idea che la donna possa essere esclusivamente considerata un oggetto dei desideri maschili, e questo atterrisce ancor più'-

Catania - aggiunge- sta facendo uno sforzo notevole sulla sicurezza e quella della Questura è una azione molto attenta quanto più è possibile sul territorio.

Bisogna continuare così senza deflettere un attimo''.

Nell'esecuzione dei fermi i Carabinieri hanno condotto tre maggiorenni in carcere e uno agli arresti domiciliari e i tre minorenni in un centro di precautelare di Prima accoglienza.

I sette indagati, si legge in una nota congiunta delle Procure distrettuale e per i minorenni di Catania, erano "entrati in Italia da minorenni e, in forza della legislazione vigente, accolti in strutture; in ragione della minore età vige, infatti, il divieto di espulsione con la possibilità del rilascio da parte della Questura competente del permesso di soggiorno fino al compimento della maggiore età.

"Al riguardo - spiegano le due Procure - è stato assolutamente rilevante l'aspetto delle investigazioni scientifiche.

Personale specializzato del Comando Provinciale Carabinieri di CATANIA è infatti riuscito, attraverso un minuzioso studio delle tracce forensi a individuare in meno di 24 ore le tracce biologiche relative alla violenza tracce che, analizzate in pochissime ore dal Ris di Messina, hanno restituito un "match" positivo coincidente con quello del minore che avrebbe fisicamente violentato la 13enne".

La premier Giorgia Meloni si dice molto colpita dalla vicenda e dichiara:

"Esprimo la mia solidarietà a lei, lo Stato c'è e garantirà che sia fatta giustizia" dice la premier Giorgia Meloni in visita proprio a Catania.

La procura catanese con il procuratore aggiunto Sebastiano Ardita e il sostituto Anna Trinchillo, ha emesso i decreti di fermo per i 4 maggiorenni del gruppo mentre sui tre minori è intervenuta la procura dei minorenni diretta dalla procuratrice Carla Santocono.

I sette indagati sono accusati di violenza sessuale di gruppo.

Uno degli indagati avrebbe collaborato e fornito riscontri ai carabinieri, dando indicazioni per identificare gli altri suoi connazionali che sono stati fermati.

Tre dei fermati sono stati portati nel carcere di Catania Piazza Lanza e uno è agli arresti domiciliari, mentre i tre minori sono detenuti al Centro precautelare di prima accoglienza di Catania.

La Lega torna a chiedere la castrazione chimica:

"Non venitemi a parlare di 'tolleranza' o 'errore' - dice Matteo Salvini - Davanti ad orrori del genere non può esistere clemenza ma soltanto una cura: castrazione chimica. Conto che la proposta presentata dalla Lega venga votata al più presto".

 

FONTE FOTO: Foto diUlrike MaidaPixabay e Foto didjedjdaPixabay

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Booble News!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

Ragazza<br />&copy; Foto diUlrike MaidaPixabay Ragazza © Foto diUlrike MaidaPixabay
Carabinieri<br />&copy; Foto di djedj da Pixabay Carabinieri © Foto di djedj da Pixabay

rank: 10356103

Cronaca

Morti bianche, Nordio: "No a introduzione reato di omicidio sul lavoro"

di Norman di Lieto Neppure una settimana fa il crollo nel cantiere Esselunga a Firenze, oggi in mattinata a Nardò in provincia di Lecce, l'incidente mortale in cui ha perso la vita un collaudatore di 36 anni e, ancora, oggi, nel palermitano, il crollo di un muro è costato la vita ad un operaio di 49...

Scontro in pista Porsche di Nardò, muore collaudatore di 36 anni

Nella pista Porsche di Nardò, in provincia di Lecce, un tremendo impatto tra moto e auto è costato la vita al collaudatore Mattia Ottaviano: la moto che guidava si è scontrata con una Porsche Panamera non dando scampo all'uomo. Mattia Ottaviano aveva 36 anni ed era di Tuglie, nel Salento: è morto stamattina...

Ischia, proseguono ricerche donna scomparsa

Da sabato mattina non si hanno più notizie ad Ischia di una donna di 51 anni, sposata e con due figli che, dopo aver preso la sua auto si è fermata nella piazza di Succhivo dove ha lasciato la sua auto facendo perdere le proprie tracce. Nell'auto ha lasciato i suoi oggetti personali: nella borsa anche...

Crollo cantiere Esselunga, sindaco di Firenze: "Tragedia lascia segno indelebile"

La mattanza delle morti sul lavoro non si ferma: venerdì 16 febbraio, poco prima delle 9, in un cantiere alla periferia di Firenze dove si stava lavorando alla costruzione di un supermercato Esselunga ha visto cedere una grande trave di cemento, provocando la morte di 5 operai, 3 feriti che non sono...

Parma, studenti delle medie inseguono professoressa e le lanciano un sasso

Neanche due settimane fa scrivevamo di come secondo il Rapporto di Eurispes sulla Scuola, emergesse di come i docenti fossero - non solo malpagati - ma anche aggrediti. E di continuo. Sono ormai diversi gli episodi, l'ultimo quello di Varese dove uno studente aveva accoltellato la propria professoressa,...

Booble News - Il giornale dalla Costa d'Amalfi

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.