Home Turismo Capo Nieddu: una cascata sul mare

Capo Nieddu: una cascata sul mare

105
CONDIVIDI
Capo Nieddu ph Ele
Capo Nieddu ph Ele

La Sardegna con le sue coste frastagliate nasconde angoli di incanto facilmente raggiungibili: non c’è zona che non sia bella e stupefacente, certo spesso molte location non sono indicate negli itinerari turistici più noti ma ciò non significa che non siano luoghi degni di essere scoperti. Nella provincia di Oristano, costa Ovest, il mare è differente, ribelle ed in particolare aperto, infatti non tutti sanno che da questo angolo della Sardegna il primo lembo di terra continentale è la Spagna e qui, il Mediterraneo è davvero molto particolare.

Capo Nieddu: l’unica cascata sul mare di Sardegna

Da visitare in primavera o autunno per vedere la meravigliosa cascata in tutta serenità. Uno spettacolo da togliere il fiato: in questo angolo di Sardegna un fiume si getta direttamente in mare con un tuffo di oltre 40 metri.

Capo Nieddu è un lembo di basalto la cui origine arriva dall’altopiano di Campeda, oltre 100 km verso il cuore dell’isola,  e termina proprio qui. L’altopiano viene percorso da un fiume nemmeno importante chiamato Rio Salighes che, raggiunge il mare, solo quando piove in modo abbondante: primavera ed autunno.  La particolarità di Capo Nieddu è quella della sua unicità: in Italia non ne esistono altre.

Rio Salighe si tuffa in mare- Capo Nieddu ph Ele
Rio Salighe si tuffa in mare- Capo Nieddu ph Ele

Non è difficile arrivare a Capo Nieddu: è bene però essere equipaggiati con scarpe trekking o comunque molto comode.

Dopo aver lasciato la SS 292, litoranea ovest, al bivio segnalato nei pressi di Santa Caterina di Pittinuri , si percorre in auto un altro chilometro abbondante seguendo le indicazioni in cartelli di legno. A bordo strada si trova un parcheggio e da qui inizia il percorso verso la cascata. Un percorso di media difficoltà: attenzione però al sentiero!

Il percorso, specie nella parte iniziale è stretto, talvolta limaccioso ed in particolare è sulle falesie calcareee della costa, essposta al vento e al mare. Evitare dunque di star troppo nei pressi del precipizio, si tratta sempre di una scogliere di 40 metri! Bisogna poi non perdere la traccia onde evitare di perdersi o non trovare il terreno giusto. Si trovano guardi ed il cancello che in genere, come accade in Sardegna è chiuso con un legaccio.

Quasi 5 kilometri immersi nei profumi del mare e della macchia mediterranea: meglio comunque avere sempre in mente le coordinate,  40°8’48″N   8°27’49″E. Arrivati alla zona del Rio è meraviglia.

 

 

 

Comments