Home Curiosità WhatsApp per la promozione del territorio della Costa d’Amalfi: da Maiori a...

WhatsApp per la promozione del territorio della Costa d’Amalfi: da Maiori a Minori con ritorno sul sentiero dei Limoni

4122
CONDIVIDI
Il 333° scalino partendo da Minori lungo il Sentiero dei Limoni
Gruppo VB programmatori
Gruppo VB programmatori

Alzi la mano chi non appartiene ad un gruppo di WhatsApp creato per far rincontrare, almeno virtualmente, i compagni di classe delle scuole superiori. Chi non ha alzato la mano probabilmente non usa affatto la famosa App di messaggistica istantanea.

Inevitabilmente, quando si pensa alla propria gioventù, il periodo delle scuole superiori e dell’università è quello che torna più nitido alla memoria e, diciamocela tutta, è piacevole rivedere i vecchi amici, i figli, gli affetti e, soprattutto, sapere “com’è andata” in tutti questi anni in cui abbiamo fatto a meno di incontrarli ma non certo, ogni tanto, di pensare a loro. Ognuno di noi poi sviluppa nel tempo una diversa sensibilità ed è bello confrontarsi con il proprio “Io”, quello del ricordo di persone che si credeva di conoscere e che invece, con tutti i pregi e tutti i difetti, sono a loro volta cambiate (molto spesso in meglio).

Colazione a Minori
Colazione a Minori

E’ capitato anche a noi ed è stato molto bello rivedere i nostri sguardi negli occhi dei rispettivi figli. E proprio nello scambio di foto “di famiglia”, mentre si cercava una data utile per ritrovarsi intorno ad un tavolo magari per una pizza, più o meno involontariamente si è attivato il gene dell’ospitalità, tipico della Costa d’Amalfi, con l’invio massivo di una raffica di foto, location e locali, dove poter accontentare grandi e piccini. Chiacchierando, o meglio chattando, in una bella giornata di Sole in Costiera Amalfitana è nata l’idea: coinvolgere gli amici di scuola ritrovati sui social in una ordinaria domenica in costiera.

Iniziamo col decidere dove prendere un buon caffè e contestualmente far passare una piacevole mattinata a due bambini piccoli, divenuto poi uno solo per improrogabili impegni religiosi del più grande (a messa con la mamma). “Papà andiamo al Bar a Minori con la macchina” – esclama il più piccolo, accetto di buon grado ma c’è il sole ed a Minori oggi si festeggia Santa Trofimena,  rilancio nella trattativa “Ok ma ci andiamo a piedi e facciamo una bella passeggiata“. Dopo pochi secondi, necessari per trovare un accordo sul quel che sarebbe successo al ritorno a casa (youtube, nintendo ed il menù del pranzo), si parte.

Statale Amalfitana, tra Maiori e Minori
Statale Amalfitana, tra Maiori e Minori

Percorso lo stupendo lungomare di Maiori, arriviamo, facendo molta attenzione al traffico veicolare della domenica, a piedi sull’altrettanto splendido lungomare di Minori, tutto addobbato in occasione della festa con bancarelle e venditori ambulanti di torrone e giocattoli.

Minori, la spiaggia invernale vista dal lungomare
Minori, la spiaggia invernale vista dal lungomare

La nostra sosta sul lungomare dura pochi minuti, il tempo di guardare la preparazione del grande falò che sarà fatto bruciare questa sera dopo la solenne processione della Santa Patrona della Città di Minori (Santa Trofimena appunto).

Minori, la preparazione del falò per Santa Trofimena
Minori, la preparazione del falò per Santa Trofimena

Dopo aver attraversato in poco tempo il corso principale del piccolo centro della Costiera, ci accomodiamo ad un tavolo della pasticceria artigianale Gambardella per gustare la nostra colazione rigorosamente all’italiana. Caffè e sfogliatella per i più grandi mentre dolcini e piccole pizze rotonde per il bambino.

In primo piano le pizzettine e l'immancabile iPod per l'intrattenimento "da fermi"
In primo piano le pizzettine e l’immancabile iPod per l’intrattenimento “da fermi”

Nel mentre i componenti “attivi” sul gruppo cercavano di studiare una soluzione per organizzare questa riunione di classe con famiglie al seguito. Qui scatta l’idea: “non deve essere per forza una cena, organizziamo un pranzo in costiera“. Se la fortuna ed il Meteo ci assistono, oltre al piacere di incontrare vecchi amici, potremmo far divertire i nostri bambini tutti insieme magari al mare o in campagna.

Per motivare questa scelta decidiamo di tornare a Maiori, sempre a piedi, utilizzando una vecchia strada panoramica, un percorso semplice anche se ricco di scale ed affrontabile tranquillamente anche da bambini di 5 anni: Il Sentiero dei Limoni.

L'inizio è sempre il tratto più duro, quando si pensa che si dovranno fare più di 500 scalini
L’inizio è sempre il tratto più duro, quando si pensa che si dovranno fare più di 500 scalini

Il piccolo parte velocissimo anche se, arrivato al 333° scalino (fotografato per l’occasione), avverte la fatica e chiede di salire in braccio: “Caro figlio, riposiamoci 1 minuto e poi ripartiamo, ognuno con le proprie gambe“.

La scalata è dura ma lo sforzo è compensato dall'impareggiabile vista
La scalata è dura ma lo sforzo è compensato dall’impareggiabile vista

Al primo belvedere, superata da poco la chiesa di San Michele, ci viene regalato un panorama autunnale unico ed emozionante.

La costa d'Amalfi apprezzata dal Sentiero dei Limoni
La costa d’Amalfi apprezzata dal Sentiero dei Limoni

La passeggiata continua, incessante l’invio di foto al gruppo di WhatsApp, con il rischio concreto di venir inserito in una black list per i troppi messaggi. Nessuno però si sta lamentando (hanno disattivato le notifiche?) allora continuo, al massimo ci possono mandare a quel paese “virtualmente” (povero figlio coinvolto nelle attività di promozione del papà).

Sentiero dei Limoni - Costiera Amalfitana
Sentiero dei Limoni – Costiera Amalfitana

La parte più dura è terminata, ora siamo già nel territorio di Maiori, sul punto più alto del sentiero, da qui in poi è tutto pianeggiante e successivamente in discesa verso il centro storico del paese da cui la nostra passeggiata è iniziata.

Camminare sotto una vite, accade anche questo lungo il sentiero dei Limoni
Camminare sotto una vite, accade anche questo lungo il sentiero dei Limoni

Finita la fatica necessaria per la salita riusciamo a godere meglio delle emozioni e del panorama che offre la Costa Amalfitana da questa altezza. Proprio quando arriviamo sulla collina che sovrasta il piccolo porto turistico di Maiori incontriamo una casa da ristrutturare con il cartello “VENDESI“. I bambini l’hanno ribattezzata “La casa delle streghe“, in quanto abbandonata e “visitabile” grazie alla mancanza della porta d’ingresso. Se qualcuno con buone gambe vuole fare un vero affare, questa potrebbe diventare la casa dei vostri sogni: difficile immaginare un panorama migliore.

La casa delle streghe, in vendita con il panorama più bello della Costa
La casa delle streghe, in vendita con il panorama più bello della Costa

Ed ecco invece la vista che si gode, da questo punto del sentiero, voltandosi verso Amalfi.

Il porto turistico di Maiori ed il Castello Miramare, visti dal sentiero dei Limoni
Il porto turistico di Maiori ed il Castello Miramare, visti dal sentiero dei Limoni

La nostra passeggiata volge quasi al termine ed i palazzi, forse la parte meno esaltante del panorama, si avvicinano a vista d’occhio riuscendoci a regalare ancora qualche emozione nella parte finale.

Il panorama di Maiori visto dall'alto del sentiero dei Limoni
Il panorama di Maiori visto dall’alto del sentiero dei Limoni

Infatti, durante la discesa, fa bella mostra di sé una piccola insenatura nella roccia dove è stato ricavato un piccolo altare per una madonnina e, poco distante, un presepe naturale dove, di sua spontanea iniziativa, il nostro piccolo ha recitato un’Ave Maria.

Una preghiera lungo il sentiero dei Limoni
Una preghiera lungo il sentiero dei Limoni

Ormai è quasi fatta, c’è giusto il tempo di una bevuta rinfrescante, quattro sono le fontane sul percorso denominato Lemons Path (ma questa della foto è la più bella)

Non c'è niente di meglio di un sorso d'acqua fresca.
Non c’è niente di meglio di un sorso d’acqua fresca.

Siamo al termine, gli amici del gruppo di WhatsApp sono ancora impegnati nelle proprie vite ma qualcuno ha già visto le foto, altri sono in viaggio, altri ancora impegnati a fare il presepe (di già?) e noi siamo arrivati all’altezza della cupola della Collegiata di Maiori.

La Collegiata di Maiori - Costiera Amalfitana
La Collegiata di Maiori – Costiera Amalfitana

Il nostro viaggio finisce qui. Avremo convinto gli amici della VB Programmatori (diplomatisi nel 1992 presso l’ITC Antonio Genovesi di Salerno) a scegliere come location della prossima reunion scolastica la Costa d’Amalfi?

E voi? Scegliereste la Costiera Amalfitana per una vacanza in gruppo? Fateci sapere commentando a vostro piacere.

Comments