Home Internet e Social Pardulas: il dolce di Pasqua in Sardegna

Pardulas: il dolce di Pasqua in Sardegna

269
CONDIVIDI

Le Pardulas sono un dolce tipico di Sardegna, tradizione vuole che per Pasqua non possano mancare.  Storicamente si sono sempre preparate per questa data perchè, come è facile intuire, la ricotta in primavera abbonda, per questo motivo nell’Isola il dolce non manca mai nelle tavole imbandite tra febbraio e giugno. Da tempo ormai il dolcetto lo si può preparare o acquistare un pò tutto l’anno.

E’ con tutta certezza uno dei dolci più graditi ed amati della Sardegna e forse uno dei più conosciuti. Le piccole e saporitissime  tortine  sono realizzate con un involucro di semola di grano duro e strutto, ripiene di una crema alla ricotta e zafferano.

Ricetta delle Pardulas originali

Per le Pardulas è necessario prepara la parta ed il ripieno. La ricetta tradizionale non è un segreto eppure ogni famiglia ha un piccolo tocco in più che rende il dolcetto speciale!
Pasta violata (un impasto tipico di Sardegna) : 1 kg di semola, 150 g di strutto,  acqua quanto basta ed un pizzico di sale. Facile da preparare anche se bisogna prestare molta attenzione.  Dopo aver messo tutti gli ingredienti sul piano di lavoro aggiungere alla semola l’acqua e il sale, dopo aver ben impastato aggiungere lo strutto fino ad ottenere una pasta soda e liscia. Avvolgere la pasta in un canovaccio o nella pellicola e far riposare circa 1 ora. Dopo il giusto riposo la pasta andrà stesa in sfoglie. Un lavoro importante: non dimenticare che la pasta non deve mai essere troppo sottile.
Crema di ricotta:  1 kg di ricotta, 200g farina 00, 200g di zucchero, 2 uova e 1 tuorlo, scorza di un limone, scorza d’ arancia,  1 bustina di lievito,  un pizzico di sale dello zafferano.  In una ciotola ampia impastare  tutti gli ingredienti sino a che si ottiene una crema liscia e bella da vedere.
La parte più complicata arriva adesso infatti è necessario tirare la sfoglia e ritagliare dei dischetti di dimensione di un bicchiere,  posizionare al centro le palline del ripieno  e pizzicare i bordi della sfoglia in 6, 7, 8 punti formando il classico cestinetto.
La cottura è molto semplice: Riscaldare bene il forno e cuocere a 170 C per circa 30 minuti.
Alcune famiglie poi le guarniscono con lo zucchero a velo, altri con la glassa, altri ancora con il miele.

Comments