Home Internet e Social “Il cavaliere oscuro”, Christian Bale ricorda Heath Ledger: «Sul set mi chiese...

“Il cavaliere oscuro”, Christian Bale ricorda Heath Ledger: «Sul set mi chiese di colpirlo davvero. Avevo il Joker davanti ai miei occhi»

337
CONDIVIDI

Il cavaliere oscuro” di Christopher Nolan rappresenta una pietra miliare del cinema supereroistico. Uscita nel 2008, la pellicola sequel di “Batman Begins” e incentrata sul personaggio creato da Bob Kane e Bill Finger incassò un miliardo di dollari al botteghino, consacrando Heath Ledger, interprete di Joker, nell’olimpo di Hollywood.

L’attore, morto poco prima dell’uscita del film per un’intossicazione acuta di farmaci, si immedesimò tantissimo nel villain di Batman, al punto tale da trascorrere settimane di preparazione isolato in una stanza d’albergo. «Mi sono immerso a tal punto nella parte di Joker e nella sua follia, che non riesco più a togliermelo di dosso, come se ne fossi posseduto. – dichiarò allora Ledger – Il Joker mi tiene sveglio di notte, è il pagliaccio degenerato che mi sta rodendo dentro».

Un a prova della maniacale preparazione di Ledger sui personaggi che interpretava ci viene data da Christian Bale, interprete di Batman. Durante un’intervista rilasciata nel, Bale ha ricordato le riprese della scena dell’interrogatorio tra Batman e Joker:

«Nella scena dell’interrogatorio in cui Batman colpisce Joker, Heath mi chiese più volte di colpirlo realmente al viso, così da rendere più reale quella scena così importante del film.
Al mio rifiuto, lui arrivò ad insultarmi pesantemente pur di istigarmi… Quando alla fine lo colpii due volte in faccia, lui scoppiò a ridere come si vede nella scena del film.
Gli dissi: ‘Sai Heath, non devo colpirti per davvero. La scena verrà benissimo anche senza tutto questo!’, e lui mi risposte: ‘Non ti fermare! Continua! Vai avanti.. avanti… colpiscimi ancora!’.
Pensai che fosse completamente pazzo. Più lo colpivo e più lui rideva e si divertiva… C’erano mattonelle e vetri del muro che si rompevano perché lui ci si lanciava contro. Rimasi impressionato per la sua totale dedizione a quel ruolo. In quel momento iniziai ad avere una sensazione stranissima che mi avvolse completamente… avevo realmente il Joker davanti ai miei occhi… Fin quando sul set indossava il trucco, costume ed era sul set, lui era completamente posseduto dal personaggio. Una volta tolti, tornava in sé. Una persona fantastica e di cuore. Ma come Joker faceva davvero paura!».

Per l’interpretazione del Joker ne “Il cavaliere oscuro“, Ledger vinse il premio Oscar come miglior attore non protagonista, oltre ad altri numerosi riconoscimenti.

 

 

 

Comments