Home Internet e Social I Neri per Caso festeggiano trent’anni di carriera al Premio Charlot

I Neri per Caso festeggiano trent’anni di carriera al Premio Charlot

205
CONDIVIDI
Programma del Premio Charlot copyright Premio Charlot

Si è inaugurata ieri, all’Arena del Mare di Salerno, la XXXIII edizione del Premio Charlot, manifestazione teatrale che segna da oltre tre decenni l’estate in città. Il festival teatrale,  ideato e diretto da Claudio Tortora, e portato avanti dalla sua famiglia, ha visto per la serata di apertura il concerto dei Neri Per Caso, che hanno scelto il palco della nativa Salerno per festeggiare i primi trent’anni di carriera. La scaletta ha previsto i loro pezzi più importanti: Le ragazze, Sentimento Pentimento, nonché cover “a cappella” dei Beatles, Pino Daniele, Sting, Franco Battiato, Mango… Per l’occasione, i componenti sono stati  insigniti del Premio Charlot alla Carriera.  Nato artisticamente nel 1991, il gruppo musicale, che inizialmente si chiamava Crecason (a partire dalle iniziali dei cognomi dei componenti), salì per la prima volta su un palco grazie all’intuizione di Claudio Tortora che capì la singolarità dello stile canoro che resta ancora oggi un unicum nel panorama musicale italiano. Da lì a poco, il complesso avrebbe incontrato l’autore Claudio Mattone, avrebbe cambiato il nome e vinto Sanremo nella sezione Nuova Proposte. Durante la serata, condotta da Gianmaurizio Foderaro, giornalista di Radio Rai, si sono alternati molti artisti che hanno voluto rendere omaggio ai Neri Per Caso: Il Coro Pop di Salerno (diretto dal “nero” Ciro Caravano), la cantante Flo, l’attore Eduardo Scarpetta (reduce dal successo della fiction Carosello Carosone e premiato con il Premio Charlot Fiction), il giornalista Federico Vacalebre (insignito del Premio Charlot Libri per il volume Carosone 100), e l’attore e musicista Stefano Fresi che ha duettato al pianoforte con Ciro Caravano. All’attore è stato consegnato il Premio Charlot Cinema e per l’occasione egli ha voluto ricordare, con la voce commossa, il collega e amico Libero De Rienzo, scomparso precocemente lo scorso 15 luglio, con cui ha lavorato nella trilogia Smetto quando voglio del regista salernitano Sidney Sibilia. Fresi, parlando dell’amico, ha sottolineato come egli non amasse i premi ma era lui stesso, con il suo sorriso, il premio per chi lo conosceva.

La kermesse che prevede un ricco programma si concluderà il 24 luglio con la presenza di Christian De Sica. Gli spettacoli sono gratuiti previa prenotazione su GO2.it. Info Line Whatsapp 3274934684.

 

Manuela Nastri

Comments