Home Attualità Gregorio De Falco attacca Conte e il suo Governo Giallo/Verde

Gregorio De Falco attacca Conte e il suo Governo Giallo/Verde

253
CONDIVIDI

Gregorio De Falco non ha bisogno di presentazioni. Eletto tra le fila del Movimento 5Stelle è ormai lontano dalle posizioni di Luigi Di Maio e dalla componente che lo ha portato in Parlamento.

Ecco il duro post del Senatore, ex grillino, che ha scatenato gli utenti dei social:

“Ieri c’è stata un’altra puntata del mediocre reality della politica.

Il Presidente del Consiglio Conte, sempre più balbettante, mentre tentava di rilanciare se stesso come figura istituzionale, scevra dagli interessi dei partiti che sorreggono il “suo” governo, è stato platealmente sbugiardato dal Movimento 5 Stelle, la formazione che lo aveva candidato alla guida del Governo. Non appena egli ha cominciato a parlare, i senatori del gruppo 5 Stelle, anziché chiedere che in Aula andasse a riferire il ministro interessato, hanno clamorosamente lasciato gli scranni senza ascoltare il Presidente Conte.

Di Maio intanto si incarta con le sorprendenti truffe semantiche sul mandato 0, e nel maldestro tentativo di cercare di ottenere in Parlamento una spalla cui addossare la responsabilità dell’ennesimo rinnegamento fondativo del Movimento.

È tutto scontato e questo passaggio è solo una vuota forma, come dimostra il fatto che Di Maio, per quel passaggio parlamentare, dimentica di invocare l’onnipresente “Contratto di Governo”, seppure potrebbe essere utile, poiché impegna le parti a non mettersi reciprocamente in minoranza in ordine a questioni di fondamentale importanza per una di loro.

Salvini intanto fa il re della foresta, continuando a ruggire contro i più deboli e miagolando mentre scappa dalle proprie responsabilità, giudiziarie (come è noto) o politiche.

D’altra parte, è ben consapevole che se avesse la maggioranza (della responsabilità) di governo, quale otterrebbe secondo i sondaggi, scappare dalla responsabilità delle scelte politiche impopolari che a breve devono essere necessariamente assunte, sarebbe molto più difficile; nella attuale situazione, invece, può continuare a mentire e nascondersi, mentre si fa proteggere dal Movimento che nulla vede, nulla sente, nulla dice e tutto giustifica.

Ecco a cosa ha ridotto la cosa pubblica questo governo: ad una messa in scena senza precedenti, una propaganda continua attuata aizzando i fanatici (che per fortuna sono meno di quanto si voglia fare credere) gli uni contro gli altri nella commedia dei pupi, mentre nessuno si preoccupa del fatto che il Paese sbanda paurosamente e non ha una direzione, né una meta.”

Photo: Gregorio De Falco Facebook

Comments