Home Arte e Cultura La puttanesca di Carnevale, l’alternativa “leggera” alle lasagne

La puttanesca di Carnevale, l’alternativa “leggera” alle lasagne

1275
CONDIVIDI
Linguine alla puttanesca
Linguine alla "puttanesca" olive e capperi

In Campania è tradizione mangiare la lasagna “napoletana”, con sugo di pomodoro, polpette, uova e salsiccia, il giorno di Carnevale. In molte località la tradizione si sta trasformando e si preferisce cucinare le lasagne la domenica prima del martedì grasso in modo da riunire il maggior numero di componenti della famiglia.

Con il mutare di questa usanza è nata una nuova esigenza: cosa cucinare il martedì di carnevale?

Non è facile scegliere un piatto per compensare la bomba calorica mangiata la domenica (e come spesso accade riscaldata e degustata anche il lunedì) ma noi, attingendo all’infinito elenco di piatti della cucina mediterranea, abbiamo scelto le “Linguine alla Puttanesca” con un secondo leggero (quasi un contorno) fatto di “Patate scaldate, salumi e sottoli” e, come dessert, un semplice piatto di “Chiacchiere di Carnevale” preparate ad hoc dalla nonna.

Patate, Salame e melenzane
Salame Golfetta con patate bollite e melanzane sottolio

Un pasto completo che non definiremmo prettamente “leggero” anche se, paragonato alle lasagne preparate nel Sud Italia (quelle come se non ci fosse un domani), è una valida alternativa per evitare di accumulare kilogrammi in eccesso.

Linguine e Serpico
Linguine alla Puttanesca bagnate con Serpico dei Feudi di San Gregorio

Passata di pomodoro, aglio schiacciato, peperoncino, olive nere e capperi per una salsa leggermente piccante che da il meglio di se accompagnata con un vino rosso aglianico. Per l’occasione abbiamo scelto un Serpico del 2011 dei Feudi di San Gregorio, un aglianico invecchiato in botti di legno per 18 mesi che ci ha accompagnato fino al dolce tipico del Carnevale: Le Chiacchiere.

Chiacchiere di Carnevale
Il dolce tipico di Carnevale: Le Chiacchiere

 

 

Comments