Home Attualità L’Associazione Canapa in Mostra: “Salvate il settore della canapa, un volano per...

L’Associazione Canapa in Mostra: “Salvate il settore della canapa, un volano per la ripresa economica nazionale e una speranza per tanti giovani del Sud come insegna la fiera di Napoli”

222
CONDIVIDI

“La canapa è una risorsa, è studio, è approfondimento. Ed è ricchezza storica, culturale e ambientale dell’Italia intera. Del Sud e della Campania in particolare. Un settore in grande crescita, volano per la ripresa economica nazionale e per il futuro tanti giovani. Un mondo che va aiutato e non ucciso, perché il mercato della legalità e dello sviluppo scientifico c’è e va sostenuto”. Con queste parole l’Associazione Canapa in Mostra, promotrice da sei anni dell’omonima fiera internazionale che ogni autunno riscontra la partecipazione di migliaia di persone a Napoli, nel riaffermare e consolidare il proprio impegno nella promozione della filiera della canapa legale, “e tenuto conto dell’informazione provvisoria numero 15 della Cassazione a Sezione Unite del 30 maggio 2019”, ritiene doveroso “rendere pubbliche importanti precisazioni in merito”, oltre a lanciare un appello a cittadini e istituzioni.

“In primis – scrivono i componenti di Canapa in Mostra – bisogna attendere il dispositivo della sentenza della Cassazione a Sezione Unite e delle motivazioni poste alla base di tale decisione, al fine di enucleare dettagliatamente i limiti entro i quali la filiera della canapa può continuare ad operare. Pertanto l’Associazione auspica che il deposito della sentenza avvenga in tempi brevi, al fine di non aggravare ulteriormente i danni che una decisione di tal guisa sta causando agli operatori del settore, i quali si sono mossi sempre con la volontà di rispettare la legge, che però si è mostrata carente e lacunosa per molti aspetti”.

L’Associazione Canapa in Mostra, a supporto di questo messaggio costruttivo, di cultura e legalità, ricorda “gli straordinari risultati ottenuti dalla fiera, giunta alla sesta edizione, con l’appoggio costante delle istituzioni e per il tramite di tutte le attività culturali e di promozione svolte in Italia ed all’estero, tra le quali merita particolare rilievo la pubblicazione delle tre edizioni del libro Canapa in Tesi, una raccolta di lavori scientifici universitari, oltre all’organizzazione e allo svolgimento di vari convegni con il riconoscimento ed il rilascio di crediti formativi per gli appartenenti agli Ordini professionali, quali quelli dei Medici e dei Farmacisti. Questo è sempre stato il nostro modo di lavorare ed è lungo queste linee guida che intendiamo andare avanti”.

Poi il tema cruciale del lavoro. “È doveroso menzionare – prosegue il direttivo dell’Associazione – il livello occupazionale raggiunto, che, con una costante crescita, è arrivato a toccare oltre 100 figure professionali utilizzate nelle attività svolte per la realizzazione della fiera. Altresì si deve affermare che la stessa è un volano per persone che si avvicinano alla filiera della canapa, entrando nel business dopo aver avuto modo di conoscerlo e che la stessa può essere considerata incubatore ed acceleratore d’aziende del settore”.

Proprio su questa base l’Associazione ed i suoi aderenti lanciano un forte grido d’allarme: “Negli anni, in tanti, abbiamo profuso energie mentali, fisiche ed economiche per un settore che può essere considerato apripista per la ripresa economica nazionale. Un settore caratterizzato da un alto livello di sostenibilità ambientale nonché di riqualificazione del territorio nazionale e nel quale tantissime aziende hanno investito ingenti risorse. Tutti, adesso, ci ritroviamo messi a rischio da questo cambio di rotta”.

Comments