Home Attualità Alberghi da sogno. Per il magazine “T” del New York Times tra...

Alberghi da sogno. Per il magazine “T” del New York Times tra gli 11 alberghi più belli al mondo, 2 sono in Italia

793
CONDIVIDI

Con le restrizioni di viaggio in vigore a causa della guerra contro il dilagare della pandemia, non ci resta che ricordare i viaggi passati o pianificare molto in anticipo, scegliendo una data incerta nel prossimo futuro.” Inizia così l’articolo della rubrica Style Magazine del New York Times che stila una personalissima classifica sugli undici alberghi da sogno in altrettante esclusive destinazioni. Due di queste sono in Italia ed entrambe sul mare: Positano in Costiera Amalfitana e Ladispoli sul litorale laziale.

Invece di un viaggio reale questi possono essere esercizi piacevoli, specialmente quando coinvolgono la psiche evocando una camera con vista. Poco importa che sia sul mare della Costa d’Amalfi o sul monte Corcovado di Rio de Janeiro l’importante è sognare. In occasione del numero del 15 novembre di T Magazine, i giornalisti del New York Times hanno chiesto a una serie di creativi, alcuni dei quali collaboratori regolari della rivista, di parlare dei loro alberghi preferiti. Le risposte sono state modificate e condensate in un articolo che ha visto come strutture italiane primeggiare Il San Pietro di Positano scelto da Francesco Risso, il direttore creativo della griffe di culto Marni di Trieste e La Posta Vecchia di Ladispoli, scelto da Alex Eagle, direttrice creativa dell’omonimo Studio.

Il San Pietro di Positano

Il San Pietro a Positano è uno dei miei posti del cuore per un weekend fuori porta. Mi piace visitarlo in tarda primavera o all’inizio dell’autunno, anche se ovviamente non ci andrò quest’anno, dal momento che il viaggio è stato fortemente scoraggiato. Quello che mi piace è l’ospitalità del sud, che penso sia intrinseca alla cultura mediterranea – non è rigida o formale, ma piuttosto onesta e dal cuore, e ti mette subito in modalità relax. Inutile dire che anche l’hotel stesso è fantastico, con vista sulla baia, sulla città di Positano e sulla minuscola terrazza della struttura arroccata sugli scogli a picco sul mare. Eppure, più di tutto ciò, mi piace la sensazione del luogo, che è affascinante e leggermente fuori dal tempo. Ha quel tocco cinematografico della Costiera Amalfitana, con tutti questi colori audaci e contrasti.

La Posta Vecchia – Ladispoli

Uno dei miei posti preferiti al mondo è La Posta Vecchia, una splendida villa situata a circa un’ora dal centro di Roma, sulla costa laziale e affacciata sul Mar Tirreno. La Posta Vecchia significa “la vecchia stazione della posta” in italiano, ed è un nome umile per un luogo così affascinante e storico. Un tempo località balneare popolare tra gli imperatori romani, negli anni ’60 apparteneva a Paul Getty, che vi si ritirò dopo il rapimento di suo nipote. Getty ha ricostruito la fatiscente villa come sfondo sublime per la sua vasta collezione d’arte. Oggi è un hotel di 19 camere di proprietà della mia migliore amica, Marie-Louise Sciò, che ha conservato la sua bellezza vintage prendendo in prestito parte del fascino dall’altra proprietà della sua famiglia, l’iconico Hotel Il Pellicano. Trascorro sempre il capodanno a La Posta Vecchia, e non c’è modo migliore per iniziare l’anno, facendo colazione al sole su quell’incredibile terrazza con Marie-Louise ed entrambe le nostre famiglie. Quest’anno ci ricorda che il vero lusso è potersi ritrovare e mangiare, ridere e ballare in un luogo straordinario.

La classifica continua con:

The Brewery Gulch Inn, Mendocino, California – scelto da AYANA MATHIS

The Carlyle Hotel, New York – scelto da NANCY HASS

The Old Cataract Hotel, Aswan, Egypt – scelto da LAILA GOHAR

Hotel Fasano, Rio de Janeiro, Brasile – scelto da ISAAC JULIEN

Beit al-Mamlouka, Damascus, Syria – scelto da AATISH TASEER

The Ritz Paris – scelto da PHILOMENA SCHURER MERCKOLL

Seku Bi, Dakar, Senegal – scelto da VICTOR GLEMAUD

La Casa Que Canta, Zihuatanejo, Mexico – scelto da GABRIELA CÁMARA

Raffles Grand Hotel d’Angkor, Siem Reap, Cambodia – scelto da ALEXANDER CHEE

 

Fonte: Positano Notizie – T Magazine – New York Times

Comments