Home Attualità Stop auto Euro 4 a Napoli. Forza Italia con Giuseppe Alviti: «Ennesima...

Stop auto Euro 4 a Napoli. Forza Italia con Giuseppe Alviti: «Ennesima beffa per famiglie e lavoratori napoletani»

896
CONDIVIDI

Quando la Giunta comunale di Napoli ha emesso l’ordinanza credeva che tutti i cittadini avessero la forza economica di cambiare la propria auto o sostituire il proprio parco mezzi durante questo periodo di pandemia?” è la domanda che si pone Giuseppe Alviti di Forza Italia.

Con l’ordinanza del Comune di Napoli “Azioni per il miglioramento della qualità dell’aria” è stato stabilito un blocco della circolazione stradale per migliorare la qualità dell’aria e ridurre i livelli di polveri sottili dovuti alle emissioni inquinanti. L’atto stabilisce lo stop alla circolazione per le strade di Napoli di determinate categorie di auto e scooter, ma sono previste anche diverse deroghe.

L’ordinanza

Dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 18:30 è vietata la circolazione su tutto il territorio cittadino di tutte le autovetture e i veicoli commerciali Euro 0 ed Euro 1 (comprese le “auto d’epoca” e/o “storica”). Dal 6 ottobre 2021 al 31 marzo 2022 dalle 8:30 alle 18:30, con eventuale sospensione, in caso di ballottaggio, nei giorni dal 16 al 19 ottobre 2021, è vietata la circolazione su tutto il territorio cittadino delle seguenti categorie: autovetture esclusivamente ad alimentazione diesel e veicoli commerciali ad alimentazione esclusivamente diesel di categorie N1, N2 e N3 inferiori o uguali ad Euro 4; motoveicoli e ciclomotori di categoria inferiore o uguale ad Euro 2.

Le critiche:

Non sono mancate le critiche a una delle ultime ordinanze dell’amministrazione de Magistris da parte di imprenditori e lavoratori. “Questa è l’ennesima beffa per tante famiglie e lavoratori napoletani – tuona Giuseppe Alviti Responsabile cittadino Dipartimentale di Forza Italia, per la legalità e la vivibilità-. Dal 6 ottobre dimenticatevi di utilizzare la vostra autovettura o veicolo commerciale. A seguito dell’ordinanza in vigore da tale data, non potranno più circolare, durante quasi tutta la giornata, autovetture e veicoli commerciali diesel Euro 4: stiamo parlando della gran parte veicoli presenti in città se non addirittura la maggioranza. Una vera e propria follia considerando l’assenza di trasporto pubblico che potrebbe essere utile per tantissime famiglie oltre che ai lavoratori, e di incentivi per le attività imprenditoriali da parte del Comune a migliorare il parco automezzi”.

Un paradosso ulteriore – continua Alviti – è che la stessa Giunta Comunale è al corrente di questa situazione citando in tale delibera emanata ben un anno e mezzo fa (il 18 giugno 2020) un elenco di autovetture presenti in tutto il territorio cittadino. Cosa pensavano in tale momento, che tutti i cittadini, compreso gli imprenditori, avessero la forza economica di cambiare la propria auto o sostituire il proprio parco mezzi durante questo periodo di pandemia in cui la crisi economica è all’evidenza del mondo intero?”.

Comments