Home Animali Provano a dargli fuoco ma il gatto si salva: la storia di...

Provano a dargli fuoco ma il gatto si salva: la storia di “Strabichino” e la corsa alla solidarietà

395
CONDIVIDI

Un gesto aberrante e di una cattiveria assoluta, quello accaduto a San Sperate (un piccolo paesino in provincia di Cagliari) dove un gatto è stato dato alle fiamme da ignoti.

Non è il primo caso segnalato nel piccolo paese della Sardegna.

A darne notizia diversi post pubblicati sui social network. Il gatto, battezzato “Strabichino” è vivo ed è in lento e progressivo miglioramento, ha subito il primo piccolo intervento per togliere parte della bruciatura e mangia con appetito.

La sua foto (oscurata per non urtare la sensibilità soprattutto dei più piccoli) è diventata virale con questo messaggio: «Eccomi, sono il gatto di San Sperate (paesino a 20km da Cagliari) a cui tu, vigliacco disturbato mentale e certamente impotente, hai dato fuoco. SONO VIVO, brutto stroxxo, e io ho più dignità e orgoglio di te che d’ora in poi devi guardarti le spalle e sperare di non trovare un mio Amico umano che ti restituisca le stesse attenzioni.»

Sul territorio di San Sperate è attiva l’associazione “Anima Mundi” che si è fatta carico delle cure necessarie a salvare il piccolo gatto. L’unico Iban è dell’associazione Anima Mundi, per chi volesse aiutarli nella loro quotidiana attività, è il seguente:  IT76A0101504801000070709307 acceso presso il Banco di Sardegna, specificando che è una donazione per le spese mediche di “Strabichino”

Comments