Home Attualità A NAPOLI PER NATALE 2021 LA CAROVANA DÌ SOLIDARIETA’ ANTI COVID-19

A NAPOLI PER NATALE 2021 LA CAROVANA DÌ SOLIDARIETA’ ANTI COVID-19

192
CONDIVIDI

Una carovana di solidarietà un treno, diretto verso i nostri amici meno fortunati,  fatto di tanti vagoni che trasportano derrate alimentari, giocattoli e tutto ciò che serve affinché questo Natale sia Natale per tutti iniziativa organizzata da Rosa PRATICO’ di Associazione Officina delle Idee  Maipiuviolenzainfinita Confesercenti Donne che fanno Impresa.

Tutto questo è stato realizzato dall’Unione di tanti amici imprenditori che con amore donano tutti gli anni, diventando sempre più numerosi e uniti da un credo: il bilancio sociale è ugualmente importante a quello commerciale, come sostiene Stefano Luciano uno di questi amici da sempre presente a sostegno di questo progetto.

Abbiamo contribuito a donare frutta e verdura di prima scelta a chiese, associazioni e famiglie in difficoltà grazie alla cooperativa CNL 1930 e Consorzio Terre Italiane insieme ai meravigliosi collaboratori e soci. Ringrazio anche Aican e gli imprenditori, presenti nel mercato agroalimentare di Volla. Questo Natale deve essere un Natale di tutti e tutti hanno diritto di passarlo in maniera dignitosa. Nemi Giocattoli e Bimbostore grazie a Pino Neri ha contribuito a donare tantissimi giocattoli alle scuole dell’infanzia del territorio direttamente dalle mani di un dolcissimo Babbo Natale per donare un sorriso   a chi, probabilmente, avrebbe sorriso di meno in queste giornate di festa. Crispo, altra azienda amica del progetto nonché eccellenza  Campana, come tutti gli anni non ha fatto mancare con  le sue leccornie il suo sostegno donando cioccolatini di ogni tipo per la gioia di grandi e piccini. Alma Distribuzioni, anch’essa sempre presente con derrate alimentari che sono essenziali per tutte le famiglie. Quest’anno è stato bello collaborare con la nuova amministrazione di Volla, il Sindaco Giuliano Di Costanzo e l’Assessora alla Pubblica Istruzione Daniela Petrone, hanno difatti preso parte alla distribuzione dei doni nelle scuole  per l’entusiasmo dei piccoli che ci hanno accolto con gioia e tanti sorrisi. Traggo ispirazione dal mio caro amico Antonio Ferrieri, Cuori di Sfogliatella, che con la sua infinita dolcezza e generosità si impegna di continuo a donare a tanti e, citando la canzone “a Natale puoi” che ci ricorda che possiamo donarci emozioni senza eguali donando.

A Natale puoi e devi donare perché è un diritto di tutti trascorrere un Natale sereno. Siamo un gruppo di amici imprenditori e professionisti che ritiene opportuno, alimentare le attività di donazione per arrivare al il cuore delle persone e raggiungere l obbiettivo nobile della donazioneA Natale puoi e devi donare affinché tutti possano trascorrere un natale sereno. Conclude Rosa Pratico’. In questo momento cosi delicato per le famiglie e tutta la Nazione, le istituzioni devono essere vicine al tessuto sociale dei loro territori favorendo attraverso la solidarietà orizzontale, altre linee di intervento e progettualità per la redistribuzione delle derrate, in tutta Italia, Napoli e la Campania.

Abbiamo l’obbligo di infondere in tutta la popolazione, quel sentimento di solidarietà, dandone maggiore efficacia in interventi concreti, soprattutto grazie all’impegno della società civile e del terzo settore. Sono importanti quelle iniziative di chi riesce a gestire le eccedenze, senza distruggere, ma solidarizzando. Le attività agricole nei paesi sviluppati sono sostenibili dal punto di vista etico e dell’immagine solo quando ciò che è in eccedenza diventa solidarietà. Da sempre sosteniamo le Associazioni di Promozione Sociale, attraverso la promozione intesa sia come azione culturale per divulgare la cultura della solidarietà, e sia come sostegno alle iniziative delle organizzazioni al fine di facilitare l’adesione sempre maggiore, alle attività stesse di volontariato e dare un aiuto alle fasce più deboli del nostro territorio.

Cosi Rosario Lopa della Consulta Nazionale per l’Agricoltura e Turismo ASI-Associazioni Sportive Sociali Italiane.

Comments