Home Arte e Cultura Cinema aperto per la messa in diretta, scoppia la polemica a Fiorano

Cinema aperto per la messa in diretta, scoppia la polemica a Fiorano

279
CONDIVIDI
A Fiorano modenese – comune italiano di 17 005 abitanti della provincia di Modena in Emilia-Romagna – scoppia la polemica per una messa di Pasqua trasmessa all’interno dell’ex Cinema Teatro Primavera di Fiorano Modenese, ora di proprietà della vicina Chiesa di San Giovanni Battista.
Visti i pochi posti a sedere in chiesa, la parrocchia ha deciso di aprire le porte della sala per consentire ai fedeli di seguire la proiezione della messa. Una decisione che, inutile dirlo, ha scatenato enormi polemiche.

Sarei curioso di sapere come e perché vengono autorizzate queste cose. Ditemi che entravano solo ultra ottantenni con doppia dose di vaccino già inoculata, ditemelo vi prego. Foto scattata (non da me) al cinema Primavera di proprietà (se non erro) della parrocchia di Fiorano”, dichiara Gino Andreoli, tra i primi a rilanciare lo scatto su Facebook-

Il parroco di Fiorano ha risposto così alle polemiche: “Il Dpcm vieta le attività teatrali e cinematografiche, ma noi non abbiamo fatto né l’una né l’altra – dichiara a Repubblica Bologna – Quella sala non viene utilizzata come cinema da ormai 13 anni, non abbiamo neanche più la licenza: semplicemente l’abbiamo impiegata come salone perché non sapevamo come altro mettere a riparo i fedeli. Ovviamente non volevamo fare un affronto a nessuno”.  

Foto: Gino Ginone Andreoli

Comments