Home Attualità Bambini dimenticati in auto: l’incubo potrebbe finire grazie ad un sensore ed...

Bambini dimenticati in auto: l’incubo potrebbe finire grazie ad un sensore ed una App

324
CONDIVIDI

Neonati e bambini lasciati in auto. Un sensore e un app sullo smartphone per ricordare la presenza dei piccoli in macchina. Dispositivi che potrebbero diventare obbligatori nel Codice della Strada

 

Dopo aver commentato l’ennesimo fatto di cronaca di un altro bambino in tenerà età dimenticato in auto, lo “Sportello dei Diritti” ha ricevuto da parte di attenti cittadini alcune proposte per evitare che eventi di tal fatta si ripetano e che intendiamo rilanciare perchè meritano estrema attenzione e la presa in considerazione da parte delle case automobilistiche e dei produttori di seggiolini per bambini o addirittura di un intervento legislativo, magari con una modifica al Codice della Strada, affinchè diventino obbligatori.

 

E l’idea che merita maggiore interesse è tanto semplice quanto fattibile: un semplice sensore sul seggiolino collegato all’autovettura, anche tramite sistemi bluethoot o wifi, e che a veicolo spento e porte chiuse dopo cinque minuti o un lasso di tempo minore segnala e ricorda la presenza del piccolo tramite una banale app o con una chiamata sullo smartphone dei genitori o di coloro a cui sono affidati i piccoli. Sensori sui sedili sono di serie ormai su tutte le vetture per ricordarsi di mettere le cinture, mentre ormai quasi tutte le macchine sono provviste di sistemi bluetooth o wifi che comunque possono essere adattati anche ai veicoli già su strada.

 

Non vediamo perchè un sistema salvavita così semplice non sia stato pensato prima e non possa essere realizzato anche perchè con gli stili di vita di oggi sembra che molti genitori, specia tra i più giovani, siano più attenti a controllare i display dei propri telefonini iperconnessi piuttosto che i propri bambini come c’insegnano i fatti di cronaca cui periodicamente siamo costretti ad assistere.

Comments