Home Attualità Donna rimane incastrata nelle porte automatiche del metrò a Roma: ecco le...

Donna rimane incastrata nelle porte automatiche del metrò a Roma: ecco le testimonianze sull’accaduto

245
CONDIVIDI
Metropolitana di Roma - immagine di Metro Roma

Una situazione da incubo si è verificata sulla metropolitana di Roma: una donna è rimasta incastrata nelle porte automatiche di uno dei vagoni ed è stata trascinata per svariate decine di metri prima che il convoglio venisse fermato.

 

Aginews riferisce i fatti accaduti alla stazione di Termini della linea B in direzione Laurentina, affermando che la donna di origini bielorusse non sia riuscita ad uscire dal treno in tempo a causa delle buste della spesa, venendo così bloccata dalle porte automatiche. Il metrò ha ripreso il suo viaggio trascinando la sventurata per vari, spaventosi istanti prima di essere fermato grazie alle urla degli astanti che hanno richiamato l’attenzione e ad alcuni passeggeri che hanno tirato il freno di emergenza, evitando il peggio.

 

La vittima è stata immediatamente soccorsa e portata all’ospedale San Giovanni, dove è avvenuto il ricovero in codice rosso. Molti dei presenti hanno descritto l’accaduto tramite post sui social: “Ho visto tutta la scena – scrive su Twitter una testimone – la signora trascinata, tutti che cercavamo di avvertire il macchinista e lui che la trascinava in galleria”. La linea B/B1 tra San Paolo e Castro Pretorio è stata interrotta ed è stato istituito un servizio navetta per sopperire alla mancanza, mentre il convoglio metropolitano è stato evacuato.

 

Un altro testimone riferisce la sua versione dei fatti, si trovava sul penultimo vagone del treno e racconta ciò che ha vissuto: “Quando il treno è ripartito da Termini, in banchina le persone hanno iniziato a urlare – ricorda – allora ho tirato un freno d’emergenza, ma non ha funzionato. Insieme a un ragazzo abbiamo provato a tirarne un altro, ma era bloccato anche quello. La metro ha continuato la sua corsa e si è fermata a Cavour. Anche le persone a bordo dell’ultimo vagone hanno tentato di azionare il freno, ma non ha funzionato completamente: soltanto la porta si è aperta un po’ e, a quel punto, la signora è caduta fuori”. 

 

Il Codacons intanto attacca l’amministrazione cittadina e chiede un’accurata indagine sui convogli della linea B della metropolitana: “Il treno non sarebbe dovuto ripartire con le porte non correttamente chiuse – afferma il presidente Carlo Rienzi – ci chiediamo come si sia potuto verificare un incidente così grave nonostante i sistemi di sicurezza installati sulle vetture che dovrebbero evitare proprio tali situazioni. Dalle testimonianze di alcuni passeggeri, inoltre, sembrerebbe che i freni di emergenza ubicati nei vagoni non abbiano funzionato a dovere, circostanza che, se confermata, aggraverebbe la situazione”. Allo stesso tempo l’associazione dei consumatori è intervenuta per chiedere alla Procura di Roma un sopralluogo accurato sui sistemi di sicurezza installati sui vagoni della metro, allo scopo di garantire la sicurezza dei passeggeri.

Comments