Home Arte e Cultura Michele Placido a Minori per una serata di poesia e musica

Michele Placido a Minori per una serata di poesia e musica

67
CONDIVIDI
Michele Placido

Il maestro ancora una volta non ha deluso le aspettative, offrendo ai presenti un’incantevole serata che ha incluso tutte le sfaccettature della cultura mediterranea, i sublimi versi dei poeti intervallati da musiche napoletane, cortesia dei due musicisti che hanno allietato questa serata di arricchimento culturale.

 

Placido ha recitato una poesia di Montale, mettendo in evidenza come in essa la parola “amore” non viene mai esplicitamente citata, dando ancora più forza al concetto stesso. Si è poi destreggiato tra le poesie di Neruda, Di Giacomo e Trilussa, intervallando le letture ed i commenti con spezzoni del teatro eduardiano. Molto toccante è stata la citazione del commento di Eduardo in occasione della morte del fratello Peppino, che scherzosamente ricordava i dissapori frequenti tra i due: “mi manca come amico non mi manca come fratello”.

 

Non sono mancati i momenti di pura goliardia, in particolare quando Placido ha letto la poesia “l’uccelletto” di Trilussa, che ha facilmente suscitato ilarità tra i presenti, creando un gradito intermezzo comico.

 

Sul palco e anche salita una giovane attrice, che ha voluto contribuire alla serata recitando le composizioni di Alda Merini ed Elsa Morante. Infine, come momento conclusivo, non potevano mancare i versi del Sommo Poeta, per cui Placido ha letto alcune strofe del V Canto dell’Inferno, quelle che fanno riferimento alla triste e tormentata storia d’amore tra Paolo e Francesca.

Comments