Home Attualità E’ morto oggi Salvo Mandarà, fu l’anima social per le dirette streaming...

E’ morto oggi Salvo Mandarà, fu l’anima social per le dirette streaming del Movimento 5 Stelle

3002
CONDIVIDI
Salvo Mandarà

Ha lasciato la sua vita terrena Salvo Mandarà che fu l’anima e l’operatore dello Tsunami Tour di Beppe Grillo e che successivamente ha collaborato anche con la web tv del Movimento 5 stelle. A darne notizia è proprio Beppe Grillo con un post sulla sua pagina Facebook:

Salvo Mandarà con Beppe Grillo

Se ne è andato Salvo Mandarà.
Lottava da tempo contro la leucemia.

Salvo viaggiò con noi in camper nel 2013 durante tutto lo Tsunami Tour facendo le dirette da tutti i palchi d’Italia con un semplice smartphone. Le dirette che fece in quei 40 giorni furono seguite da milioni di persone. Gli dicevo sempre che quando si metteva il cappuccio per ripararsi dal freddo somigliava a Igor, lo straordinario personaggio di Frankenstein Junior. Lui rideva come un matto e diceva “Lupo ululà e castello ululì.” Che tempi, che ricordi!

Salvo poi giustamente seguì la sua strada, ma l’affetto che ci legava è sempre rimasto intatto.

Ciao Salvo e grazie di tutto. Con affetto, Beppe

Salvo Mandarà aveva 51 anni e da tempo combatteva contro la leucemia, è morto stamattina all’ospedale di Ragusa. Oggi leggerete di lui che è un ex Grillino, qualcuno lo ha anche etichettato come un complottista, uno sbandato che gridava contro tutto e tutti, non ascoltateli “MENTONO”.

Salvo Mandarà con le sue dirette streaming

Salvo Mandarà era così avanti che il Movimento di Grillo non era sufficientemente veloce per la sua voglia di conoscere e scoprire. Un uomo a cui non bastavano risposte preconfezionate o slogan, una mente capace di analizzare gli avvenimenti e trasporli con parole semplici. Proprio per via della sua semplicità, del suo accento siciliano mai nascosto ed del suo carattere mite, spesso è stato denigrato all’interno e all’esterno del Movimento 5 Stelle ma il suo stile comunicativo non ne ha mai risentito. Ingegnere elettronico e delle comunicazioni Mandarà ha continuato per la sua strada, credendo nella rivoluzione elettrica, nello stile di vita sano e nella consapevolezza che purtroppo ci vorranno ancora molti anni prima che gli italiani si sveglino.

Noi lo ricordiamo con uno dei suoi post più emblematici, pubblicato nell’aprile 2015 dove invitava gli italiani (e gli attivisti del movimento 5 stelle in particolare) a svegliarsi:

La mia TV è spenta quasi sempre. Talvolta la accendo per vedere un film in streaming o qualche documentario. Ma ogni sera leggendo twitter e facebook capisco che c’è stato un 5 stelle maltrattato, tagliato, messo in ombra etc. Mi rivolgo ai tanti “grillini” in buona fede che si appassionano o si incazzano per i maltrattamenti: possibile che non capiate che è tutto un gioco? Ancora una volta il grande trucco del Divide et Impera messo in pratica alla grande che funziona con voi come cavie! Il popolo deve essere diviso 33, 33, 33! PD, LEGA, M5S. Ognuno ha il suo ruolo e quello dei grillini incazzati è importantissimo. Vi fanno incazzare per raggiungere il loro scopo….dividervi e comandarci!!!
Spegnete quella scatola di merda, liberatevi dall’incantesimo, ragionate con la vostra testa.
Scusatemi per questo sfogo….
E ora forza….giù con le critiche: attacchi il movimento, sputi nel piatto dove hai mangiato per invidia perché non hai avuto quello che volevi(nessuno però è in grado di dire cosa)…..al mio segnale scatenate l’inferno!

Lo avevamo contattato dalla redazione di un nostro giornale, proprio dopo questo post, per chiedergli qualcosa di più in merito alla situazione politica italiana, lui ci rispose così:

Grazie a voi per la richiesta. Purtroppo questo è un paese di pecoglioni… ci vorranno ancora molti anni per arrivare ad una piena consapevolezza!

Ci volle poco meno di un mese per allestire un portale e iniziare a comunicare in modo diverso dai “media allineati“: fu grazie a Salvo Mandarà ed al suo esempio che nacque Booble Italia.

Grazie Salvo per quanto hai fatto per gli italiani e per la comunicazione, forse non è stato abbastanza ma la storia, prima o poi, te ne renderà merito. Che la terra ti sia lieve

L’ultimo saluto di Salvo Mandarà:

Comments