Home Cronaca Interrotti tutti i rapporti tra Iran ed Arabia Saudita

Interrotti tutti i rapporti tra Iran ed Arabia Saudita

702
CONDIVIDI

Definire tesi i rapporti tra la capitale dell’Arabia Saudita, Riyad, e Teheran, capitale dell’Iran, significa sottovalutare quello che sta accadendo in Medio Oriente.

Nelle esecuzioni di ieri è stato ucciso l’Imam Nimr al-Nimr in Arabia Saudita scatenando l’ira dei Musulmani Sciiti.

Dura la replica della guida spirituale suprema dell’Iran, l’Ayatollah Ali Khamenei, che ha invocato la “vendetta divina”, definendo un ingiusto spargimento di sangue quello avvenuto ieri in Arabia Saudita, aggiungendo che presto ci saranno delle conseguenze.

Secondo l’Ayatollah iraniano “Questo leader religioso non ha né incoraggiato la gente ad azioni armate né ha cospirato segretamente, l’unica cosa che ha fatto è stata una critica pubblica nei confronti dei regnanti di Riyad”.

La tensione è altissima e l’immagine che associa i Sauditi ai terroristi dell’ISIS è più che eloquente.

La risposta di Riyad non si lascia attendere e non smorza i toni arrivando per voce di un funzionario del Ministero Saudita: “Il regime iraniano è l’ultimo al mondo che può accusare gli altri di sostenere il terrorismo,  visto che sponsorizza il terrore ed è condannato dalle Nazioni Unite e da molti Paesi”. Riyad interrompe tutti i rapporti con l’Iran facendo evacuare immediatamente i propri diplomatici da Teheran e invitando quelli iraniani a lasciare l’Arabia Saudita entro 48 ore.

Comments