Quando la Guardia Di Finanza consiglia di pubblicarlo sulla vostra pagina: E’...

Quando la Guardia Di Finanza consiglia di pubblicarlo sulla vostra pagina: E’ UNA BUFALA!

72251
CONDIVIDI
Guardia Di Finanza

Continuano a circolare alcune bufale vecchie almeno quanto Facebook. In particolare questa della Guardia Di Finanza che metterebbe in guardia gli utenti del noto social network da una presunta invasione della privacy del colosso americano. In realtà è solo una bufala per scatenare un infondato allarmismo tra gli utenti meno esperti che, lasciandosi trasportare dall’attendibilità del corpo delle Fiamme Gialle, condividono senza informarsi meglio.

 

Ecco di seguito il testo integrale del post che sta circolando:

“Se la GUARDIA DI FINANZA consiglia di pubblicarlo sulla propria pagina, un motivo ci sarà… Tutto quello che avete postato diventa pubblico da domani. Anche i messaggi che sono stati eliminati o le foto non autorizzate. Non costa nulla per un semplice copia e incolla, meglio prevenire che curare. Canale 13 ha parlato del cambiamento nella normativa sulla privacy di Facebook.

Io non do a Facebook o a qualsiasi entità associata a Facebook il permesso di usare le mie immagini, informazioni, i messaggi o i post, passato e futuro. Con questa dichiarazione, do avviso a Facebook che è severamente vietato divulgare, copiare, distribuire, trasmettere o prendere qualsiasi altra azione contro di me sulla base di questo profilo e/o il suo contenuto. Il contenuto di questo profilo è privato e le informazioni riservate. La violazione della privacy può essere punita dalla legge (UCC 1-308-1 1 308-103 e lo statuto di Roma).

Nota: Facebook è ora un’entità pubblica. Tutti i membri devono pubblicare una nota come questa. Se preferisci, puoi copiare e incollare questa versione. Se non pubblichi una dichiarazione almeno una volta, sarà tatticamente permettendo l’uso delle tue foto, così come le informazioni contenute negli aggiornamenti di stato di profilo. Non condivido. Copia e incolla per stare sul sicuro.”

 

Comments