Home Ambiente Il bruco mangia plastica che potrebbe salvare il nostro ecosistema.

Il bruco mangia plastica che potrebbe salvare il nostro ecosistema.

492
CONDIVIDI

A darne notizia è ANSA.it secondo cui un bruco riesce a mangiare e degradare il polietilene,  una delle plastiche più utilizzate e diffuse anche nelle buste della spesa.
Comunemente usato dai pescatori come esca, questo bruco non è altro che la larva della tarma della cera (Galleria mellonella), un parassita degli alveari, oggi promosso a titolo di mangia-plastica dalla rivista Current Biology (in una ricerca coordinata dall’università britannica di Cambridge e condotta in collaborazione con l’Istituto spagnolo di Biomedicina e Biotecnologia della Cantabria, CSIC)
La scoperta è avvenuta grazie a un’osservazione della biologa e apicultrice Federica Bertocchini, ricercatrice CSIC. Mentre stava rimuovendo i parassiti dalle sue arnie, riposti temporaneamente in una busta di plastica, si è accorta che in poco tempo la busta si è riempita di buchi. 

La studiosa ha immediatamente contattato Paolo Bombelli e Christopher Howe, del dipartimento di Biochimica dell’università di Cambridge, programmando con loro un esperimento. 

I ricercatori sperano di sintetizzare l’enzima alla base della rapida decomposizione della plastica.

“Questa scoperta – ha dichiarato Bombelli – potrebbe essere uno strumento importante per liberare acque e suoli dalla grandissima quantità di buste di plastica finora accumulata”.

Comments